Una sezione interamente dedicata alla prematurità, con informazioni utili per tutti i genitori di bimbi nati pretermine.


Copyright © 2003

Introduzione
I benefici della Marsupio Terapia
Perdere un bambino
Gioco
Allattare al seno un prematuro

Libri sulla prematurità

Links

 





Questa pagina è dedicata a tutti quei genitori che hanno perso i propri cuccioli.
Un bimbo che vola sulla terra magari solo il tempo di un battito d'ali lascia un grande vuoto, finisce spesso in un limbo. Continua a vivere nel tuo cuore, ma difficilmente riesci a parlare di lui perché non sai con chi farlo e come farlo; pochi lo nominano perchè pensano di farti soffrire, tu non ne parli per pudore, per non creare imbarazzo. Restano lì sospesi, ci sono stati ma non sai a chi dirlo. E nel contempo ti sembra di negare loro il diritto di essere vissuti.
Non c'è niente di più triste che pensare che una vita sia arrivata sulla Terra senza lasciare traccia del suo passaggio in chi vi resta.
Parlare di loro, ricordarli anche solo con una data, é forse un modo per non farli vivere solo nel cuore.
Ci sembra giusto allora poter dare a questi bimbi la possibilità di dire, attraverso le parole dei propri genitori, "Ci sono stato anche io!"
Non sono necessari lunghi discorsi, per chi lo desidera basta anche solo una frase, una data, o un ricordo.
Potete spedire a emmanuele@manolito.it

Renate, Barbara.

 

Un luogo per ricordare

 

 

Ascoltami Signore,
Oggi arriverà da te un bambino,
lo riconoscerai, lo so,
é così piccino che non ci si può sbagliare,
l'ho affidato al suo angioletto
ma tu, tienilo vicino.
E' il mio bambino Signore,
e un giorno lo verrò a cercare.
 
Enrico  4/9/99  18 settimane+3 giorni
Andrea  25/12/2000 24 settimane + 3 giorni
Nel cuore della loro mamma e del loro papà per sempre

Renate e Alessandro


Non pensavamo che per gli Angeli non è spazio sulla terra;
le anime pure Dio le vuole accanto a sé,
perché esse abbelliscono di luce la sua dimora.


In ricordo di Elisa (14.06.2001),
volata tra gli Angeli dopo nove bellissimi mesi nella pancia della sua mamma...
ma per sempre nei cuori di mamma e papà.

Francesca e Denis


"Non piangere se mi ami.
Se conoscessi il Dono e che cosa e' il Cielo,
se potessi sentire il canto degli angeli e vedermi in mezzo a loro!
se potessi avere davanti agli occhi gli orizzonti e i campi eterni,
i nuovi sentieri dove cammino,
se per un istante potessi contemplare, come me, la bellezza al cui Confronto tutte le bellezze impallidiscono...
Mi hai visto, mi hai amato nel paese delle ombre, come potresti
non vedermi, non amarmi ancora nel paese delle realta' immutabili?
Credimi, quando la morte verra' a spezzare i tuoi vincoli,
come ha spezzato quelli che mi tenevano incatenato,
e quando il giorno che Dio sa e che ha stabilito,
la tua anima salira' al cielo dove l'ha preceduta la mia,
quel giorno rivedrai colui che ti ha amato e che ti ama ancora;
ne ritroverai l'affeto purificato.
Asciuga le lacrime e non piangere piu' se mi ami"

Gianmarco,
un bellissimo angelo arrivato sulla terra l'8 agosto 2002,
e ritornato in cielo il 7 gennaio 2003.

Il regalo piu' bello che io abbia mai ricevuto,
Vanessa


Proprio come un fiore sei sbocciata regalando a tutti gioia e felicità,
ma proprio come un fiore troppo presto hai perso i tuoi petali …
adesso, piccolo angelo, veglia su di noi ed aiutaci ad avere coraggio.

Alice 28 settimane
12/02-14/03/2002

Ti porteremo sempre nel nostro cuore
Mamma, papà e fratellino Mattia


Ciò che ci ha tenuto insieme meravigliosamente per 31 settimane ci terrà insieme per tutta la vita!
Buon viaggio angelo di mamma e papà.
 
Matteo 14/06/03-19/06/03
 
Alessia e Gianluca


Sei la mia Rosa Bianca mai sbocciata, la mia Luce, la mia speranza...ti ricorderò, mia dolce sorellina, fino a quando potrò abbracciarti e stringerti a me per sempre!
 
Chiara, 13 settimane
 
Tua sorella che ti ama


Sei venuta al mondo senza un grido, senza un lamento: un piccolo gomitolo
rosso che hanno subito portato via...
Poi ti ho vista nel tuo grande baccello di plastica, piccolo frutto acerbo.
La tua pelle delicata e quasi trasparente quando ti accarezzavo è l'unica
sensazione fisica che ho di te dopo che sei nata: ricordo che arricciavi il
piedino quando ti accarezzavo sotto la pianta e ricordo le dita delle tue
manine, lunghe e affusolate, sembravano quelle di un pianista. Ti abbiamo
vista come solo a Dio è concesso di vedere i bimbi che ancora non
dovrebbero nascere...
Eri piccola e indifesa, li sotto i nostri occhi impotenti. Poi un giorno la
"vecchia signora" ti ha portato via, lontano da noi per sempre e adesso mi
piace immaginarti a correre su un prato verde, nei pascoli del cielo.
Ti abbiamo amato tanto e ti ameremo per sempre e farai per sempre parte di
noi.

Camilla, nata il 20 aprile 2003 a 24 settimane e 1 giorno e volata in cielo
il 13 maggio 2003

Ilaria,Massimo ed Edoardo

In ricordo di Alice:

Ci hai fatto compagnia per poche settimane, dove ci hai fatto vivere
emozioni bellissime. Ovunque tu sia il babbo e la mamma ti saranno sempre
vicini. Veglia su di noi e i tuoi futuri fratellini e sorelline.

Daniele e Arianna


Ecco..in tutto questo tempo l’unico segno tangibile dei miei angeli è stato lo stick del test di gravidanza e un dolore grande immenso come l’amore che vi ha dato la vita, che ha dato la vita ai vostri fratelli.

Vi abbiamo desiderato tutti, tutti quanti e sempre vivrete nei pensieri di ogni giorno.

Andrea 12 settimane 01/12/87

Paolo 11 settimane 12/04/01

Laura 18 settimane 22/08/01


Per sempre nel cuore di papà Mauri mamma Simona e dei fratelli Mattia, Luca, Giulia,Erick e Francesco.


A Maria
Sei vissuta poco tempo
Ma è bastato a volerti bene per sempre

Mamma, babbo e Silvia


Questa poesia è dedicata a Silvia
che purtroppo non è riuscita a nascere perche'
al sesto mese di gravidanza la sua vita è stata interrotta
per salvare la mia.
E' successo il 20 settembre 2003

Gabriella e Antonio

Ali di farfalla
deboli fremiti,
balzi di delfino
risalgono in superficie
dalle profondità
del silenzio

Lunghi viaggi
attraverso vite diverse
per arrivare
nel nostro agitato mondo
incontrare
i tuoi occhi curiosi
di cerbiatto selvatico.



Sono stata la tua mamma per sole trentacinque settimane ma già ti amavo
tantissimo e mi hai regalato una gioia immensa....ci manchi tanto.
Ciao amore.
Mamma e papà

Gabriele, 08 agosto 2003


A Dominique e Curt

Un pensiero per vostra figlia e un immenso dolore per la grande contraddizione di "nascere senza vita"
9 gennaio 2004

Agnese



Per Camilla

Ciao piccolo angelo
il dolore per la tua perdita non si attenuerà mai,
guardo negli occhi di Giorgia
tocco i suoi capelli e mi chiedo tu come saresti stata,
e mi fa tenerezza pensare che lei ti ha conosciuta
ma non potrà mai raccontarti.
Tante volte di notte sogno una bimba in un prato verde
a cui so che devo stare attenta che non si faccia male
e sono sicura che sei tu e mi sento in colpa per non averti saputo proteggere.
So che ti incontrerò prima o poi
ti bacio

Mamma


Abbiamo accarezzato per nove mesi un sogno di nome Tommaso e Giuseppe,
oggi, però, stringiamo tra le nostre braccia solo il piccolo Tommaso:
il piccolo Giuseppe è li nel cielo che gioca con gli angeli, mentre la Madonnina gli
prepara la pappa ed il buon Giuseppe gli racconta tante favole.
Sarai sempre nei nostri cuori

Papà Paolo e mamma Maria Grazia


Sono una mamma che a causa della gestosi e della fortissima negligenza dei medici ha partorito un figlio morto.

Il 24.12.2003 è nato Nicolò di Kg. 4,400, dopo 4 giorni di ospedale è morto nella mia pancia per invecchiamento di placenta, e tutto questo alla 38 sett.

Chi leggerà questa mia vicenda potrà capire il dolore che ho e che non riuscrò mai a dimenticare, Ho un vuoto incolmabile, che neanche la mia primogenita di 6 anni riesce a sanare. Nicolò ti amo e sarai per sempre con me.


GIOELE, vive dentro di noi, si nutre del nostro amore, respira la nostra gioia, gode dei nostri sorrisi e ci suggerisce di non piangere ma sorridere perchè è la musica della nostra anima.

Gioele Pio Caruso nato il30.10.2003 tornato in cielo il 23.01.2004

Moreno, Francesca e il fratellino Gino


Alessandro e Isabella 25 novembre 1990

Sono passati molti anni ma mamma e papa' non vi scorderanno mai


Dolce, tenera Vittoria ci hai tenuto compagnia per nove bellissimi mesi, ma poi hai preferito andare via su in cielo, dove ti aspettavano gli altri angioletti per giocare insieme, perché non potevano fare a meno di te.
Ora vola libera come una farfalla, tanto lo sappiamo che tu sei e sarai sempre con noi.
Torino, 8 Febbraio 2004.

Il papà e la mamma.


At the soul of Antonia Annie Jackson Panichi Austin (10.1.2004)
...la tua farfalla si è posata nel mio cuore e ci resterà per sempre!...

Agnese

Al nostro dolce ANGELO che ci ha regalato anche solo per un mese un sogno magnifico, quello di poterlo accarezzare.
Per non dimenticare mai che ci sono genitori che perdono i propri figli senza poter far niente per salvarli. Io e mio marito siamo sicuri di avergli dato tutto l'amore del mondo, ma purtroppo ci è stato portato via ingiustamente, da un destino troppo crudele.
Siamo convinti che sia lui l'unica persona che ci da il coraggio di alzarci al mattino. Sappiamo che presto tornerà da noi e questa speranza ci tiene in vita.
Per Nicola nato il 19-01-2004 (26°settimana) e morto il 20-02-2004.

Federica e Thomas Brisighella


Dal Vangelo secondo Giovanni: “Gesù allora, vedendo ai piedi della Croce la madre Maria e lì accanto a Lei il discepolo Giovanni che egli amava, disse alla madre “ecco tuo figlio”. Poi disse al discepolo: “Ecco la tua madre”. E da quel momento il discepolo la prese nella sua casa”.

Tu, piccolo Giovanni Maria, che porti un nome simbolo di un legame forte, resterai sempre in noi e con noi, assieme al tuo gemellino che ci ha lasciato ancora prima di te e che abbiamo sempre chiamato “Bebello”. Dalla celeste dimora dove tutto è Luce, Armonia, Pace veglierai sui passi di tutti noi che ai battiti del tuo cuoricino e ai tuoi calcetti ci siamo emozionati!
Grazie, piccolo angelo, perché, nel tuo pur breve percorso terreno, ci hai dato gioia, palpiti di amore, sogni, emozioni …. Grazie perché adesso abbiamo un ANGELO!

Mamma Letizia, papà Emilio, nonna Lucia vogliono ricordare così Giovanni Maria e Bebello, volati in cielo dopo 20 ed 11 settimane nella pancia della mamma.


Al nostro dolce ANGIOLETTO, che non è potuto restare con noi
nemmeno per un piccolissimo abbraccio... nemmeno per una carezza.
Ti ho portato dentro di me per 8 mesi, ti ho sentito muovere, ti parlavo,
e il tuo babbo ti faceva il solletico quando ti muovevi nella pancia.
Quando durante la visita, abbiamo saputo che avevi già smesso di vivere,
prima ancora di nascere, rabbia e dolore ci ha avvolti...
ti aspettavamo con tanta gioia e felicità, e quel cordone,
che prima ti ha tenuto in vita...te l'ha tolta...e ti ha strappato a noi,
a noi che ti amavamo già, senza neppure averti visto, nemmeno una volta.
Federico, per la tua mamma e il tuo babbo, rimarrai sempre nel profondo del cuore.
Nostro e in quello dei tuoi nonni e dei tuoi zii.
Ora in cielo c'è una stella che brilla più di tutte...sei tu...
MIO DOLCE AMORE.... ci manchi, ma non ti dimenticheremo MAI!
la tua mamma Cristina e il tuo babbo Enrico

A Federico, che ho avuto la gioia di avere dentro di me per 35 settimane,
e che non ha mai potuto vedere la luce del sole, perchè ti eri già "addormentato" da 5 giorni...
sei stato il regalo più bello di tutta la nostra vita!!!

al nostro Dolce Angioletto Federico, nato/morto il 29 febbraio 2004


Amore mio mi hai regalato 35 settimane splendide.Ti accarezzavo ancor prima di poterti tenere tra le braccia,ti ho vista prima che nascessi.Sei venuta a trovarmi nei miei sogni e ho potuto vedere la tua testolina piena di capelli scuri.Quando mi hanno detto che il tuo piccolo cuore non batteva più,ho creduto di morire dal dolore.Oggi a distanza di quasi 2 anni il dolore è uguale,immutato. Mia piccola,dolce,amata Martina non dimenticare mai che la tua mamma è sempre con te,ti protegge,ti coccola,ti culla,ti bacia e ti canta le ninne nanna.TI AMO.PER SEMPRE.

Martina 15-6-2002/15-6-2002

La tua mamma.


Mio piccolo angioletto,
andava tutto bene.
Forse per questo non hai pianto.
Ma ti hanno staccato da me
e non ce l'hai fatta.
Papà dice che eri bellissimo, perfetto,
non un segno di sofferenza sul tuo visino.
A questo voglio pensare,
che sei volato in cielo felice
perchè felice eri dentro di me.
Guardaci da lassù,
consola la tua nonna Benita
che è volata in cielo
prima di te
e così non ha potuto conoscere il tuo fratellino Alessandro.
Mandaci una stella a consolarci della tua assenza.

Mamma Silvia, papà Vincenzo e tuo fratello Alessandro.
Riccardo, in cielo il 7 maggio 2002, nato a 34 settimane.


Il mio bambino è volato in cielo il 12 Giugno
In un pomeriggio caldo reso soffocante dalle mie lacrime
Erano lacrime che mi toglievano il respiro
Da quel giorno nulla è stato più lo stesso
Ho dentro di me un vuoto incolmabile
Nessuna ambizione può aiutarmi
Nessuna parola può confortarmi
Vivo nella perenne sensazione di disadattamento
Non accetto più questo mondo
Tutto mi sembra futile, stupido, inutile al cospetto della mancanza del mio bambino
La mia esistenza è un grido soffocato
Non ho più voglia di lottare
La mia spinta era l’idea che doveva arrivare lui
Ora vedo solo il buio

Massimo


In ricordo della mia piccola Victoria nata il 9 febbraio 2004 e morta il 19 marzo 2004.

Mia cara piccola fagiolina, la tua perdita ha lasciato un vuoto incolmabile e io e papà non ci rassegneremo mai. Tu sei il regalo più bello che abbiamo avuto dalla vita, presto avrai un fratellino, ti prego aiutalo a vivere bene; sappi che ogni volta che daremo lui un bacio, 10 baci saranno per te.

Ti amo piccola mia.

Germana


Per ricordare Stefano "quasi nato" un'anno fa' (23/10/2003) dopo 35 settimane di una gravidanza bellissima.
L'angioletto che protegge la sua sorellina Nadia nata il 20/09/2004.

Denise, Gianluca e Nadia


A 40 settimane ti abbiamo perso . . ho sentito che dentro la mia pancia
stavi cercando di liberarti da chi ti stava soffocando tanto che ho cercato
di abbracciarti come per salvarti
ma dopo alcuni secondi più niente . . nessun movimento . . nessuna risposta
alle carezze che ti facevo attraverso la mia pancia . . te ne eri andato
per sempre . . quel maledetto cordone che per 9 mesi ti aveva dato la vita,
adesso ti aveva ucciso . . ed io mi sento in colpa perchè non ho potuto
fare niente per salvarti, caro adorato bambino mio . . e quando ti ho partorito
e non ti ho sentito piangere, ti guerdavo ed eri immobile, aspettavo che
tu aprissi gli occhi e che ricominciassi a respirare e invece niente . .
non è possibile . . mi sembra un maledetto incubo . . io sono ancora qui
che ti aspetto caro angelo mio . . non ti dimenticheremo mai . .

mamma Denise e babbo Simone


Per Gabriele

Non ho mai udito il suono della tua voce,
non ho mai sentito il tuo pianto, né la tua risata.
Ti ho parlato quando eri dentro di me,
continuo a farlo ora che non ci sei.
Ho immaginato i tuoi occhi e, per un attimo,
mi hai fatto il dono di potermici perdere dentro.
Non scorderò la morbidezza della tua pelle, il suo odore,
né dimenticherò mai l’infinita gioia
di averti potuto stringere fra le mie braccia.
Sarai sempre nel mio cuore e nei miei pensieri.
Ogni attimo.
Sarai sempre il mio bambino.
Per la vita.

La tua mamma


Per la piccola Paola, nata morta alla 34ª settimana il 30/07/1997

"Tu, gioia della nostra vita, sei parte di noi che sin d'ora contempla
l'Eterno"


Da Papà, Mamma
e la sua gemellina Sara.


Ciao Davide! E' curioso, dovrei essere io a proteggere te ed invece sono qui a chiederti protezione. Veglia su di me, sul tuo papà e sui fratellini e sorelline che tu ed il Signore vorrete mandarci. Noi aspettiamo! Ti vogliamo bene.
(Davide, "quasi nato" il 24/07/04 a 39 settimane).


A Federico e Davide.

Eravate la nostra gioia dopo sei anni di matrimonio. Siete nati alla 25ª settimana per salvare la mamma. Avete lottato per stare con noi, siete stati gioia, dolore e speranza, ma alla fine Dio vi ha voluti con lui come angioletti. Grazie a voi siamo stati genitori, anche se in modo speciale. Voi siete stati e rimarrete sempre la nostra vita e soprattutto il dono più bello che Dio ci ha voluto fare.
Non vi dimenticheremo mai.
Mamma e Papà.

Federico, nato il 07/07/2004 e volato al cielo il 18/07/2004
Daviduccio, nato il 07/07/2004 e volato al cielo il 16/10/2004


In ricordo della nostra piccola Giorgia nata/morta alle prime ore del giorno 03/11/2004.
Quella maledetta Gestosi ce l'ha portata via alla 38°settimana,ormai alla conclusione di una bellissima gravidanza.
Nel nostro cuore c'è tanta tristezza e solitudine....Dio quanto vorrei sentire,anche solo
per un'istante, il tuo pianto, la tua risata; se chiudo gli occhi cerco di immaginare il tuo visino,ma non ci riesco! Ci manchi tanto, piccola mia....

Mamma Catia e papà Gianfranco.


Dopo 16 anni dalla nascita del primo figlio, una nuova gravidanza...... due
gemelle...che gioia e che preoccupazioni...
Alla 34 settimana il parto per problemi di gestazione ed invecchiamento precoce della placenta. Il 12 febbraio 2004 alle 21.00 nascono Emma (Kg.1,800) ed Anita (kg.2). Indice Apgar 9 al 1 minuto e 10 a 5 minuti.
Il 13 febbraio 2004 Anita viene trasferita d'urgenza presso il TIN di Parma e muore alle ore 16.30...Io sono all'ospedale inchiodata al letto. L'ho vista solo per 1 secondo, un bacio e via. Il 14 febbraio 2004 Emma viene trasferita al TIN di Parma per problemi respiratori.....rimane 10 giorni in incubatrice...viene dimessa il 9 marzo 2004 e pesa kg. 2,400.
Ha 10 mesi è bellissima.......vicino a lei vedo sempre Anita sorridente e che la tiene per mano.

Elena, Ivano, Alessandro ed Emma non ti dimenticheranno mai.


Amore della tua mamma,volevo solo chiederti perdono se ogni tanto le lacrima mi rigano il viso.E' solo che è troppo grande il dolore che ho nel cuore per la tua perdita.Anche se ora c'è la tua sorellina a rallegrami la vita,a darmi un motivo per continuare a vivere,perchè tu con lei siete tutta la mia vita,io non riesco a non piangere,a non pensare che tu non sei qui con noi.So che tu sei il nostro angelo però questa non è una consolazione.Tia amo e ti amerò per sempre.

La tua mamma


Al nostro adorabile ANGIOLETTO è volato al cielo.....
Una notte di sofferenza, avevo molto dolore nella mia pancia e molto movimento...
Sentivo mio bambino usciva.... quando ti ho partorito
e non ti ho sentito piangere, ti guardavo ed eri immobile....
Eri un bellissimo corpicino con i capelli corti e neri come tuo fratello MATTIA quando è nato!!
La gravidanza era interrotta per l'infiammazione nella placenta.....
I dottori hanno avuto per salvare, niente da fare!!!

Io ti pregherò per sempre!!
Ci manchi, ma non ti dimenticheremo MAI!
Un bacio grosso grosso a tutto il mio cuore!!

MICHAEL a 22 settimane (27 Maggio 2004)

Tua madre Roberta, tuo padre Massimiliano e tuo fratello MATTIA


Dormi fanciullo nostro, sotto le annose querce che furono tue e degli avi tuoi..
E la tua culla argentea, come una navicella, solca tranquilla l’etere,
vola di stella in stella, vogano lieti gli angioli, tu dormi in mezzo a lor
dormi, sì, dormi placido….

Questo ha scritto il tuo papà sulla tua lapide…

“ A SOLI 17 MESI, ANCORA IN FASCE…..”

Ci hai lasciato disperati il 14 novembre dopo due giorni di sofferenza….Stavi male ma non ti sei mai lamentato…i tuoi bellissimi occhi mi guardavano e non chiedevano nulla.. solo acqua..
Ti ho tenuto stretto a me per due giorni credendo che il tuo fosse solo un malessere passeggero invece…
Loro non ti hanno capito e ti hanno lasciato morire…
Il nostro amore per te sarà sempre vivo e sono fiduciosa che un giorno ci rivedremo e staremo insieme in eterno …

TI AMO ANGELO MIO….

PAPA’, MAMMA E TUA SORELLA SARA


Era Luglio 2001 e tu piccolo Angioletto sei venuto al mondo a 21 settimane,ma sei subito volato in cielo.A Dicembre 2001 abbiamo saputo che diventavamo di nuovo genitori di due gemelli che gioia,ci siamo detti:”il nostro angioletto non ci ha abbandonato.”Ma il 21 Maggio 2002 a 25 settimane+3 giorni sono venuti al mondo PATRICK e GIADA .Hanno cercato di vivere con tutte le loro forze,ma il giorno dopo hanno raggiunto il loro fratellino.Da quel giorno la nostra vita è cambiata ogni giorno é sempre più difficile andare avanti senza di voi,il vuoto che avete lasciato è incolmabile!!!Non posso non piangere quando penso a voi;anche se sono sicura che siete insieme al nonno a correre felici tra i prati fioriti e vegliate tutti insieme su di noi. Vi Vogliamo BENE mamma Ombretta e papà Stefano

Un giorno di primavera gli Angeli
Vi presero per mano e vi portarono
Là dove ogni lacrima è una
Fresca goccia di Rugiada.

In ricordo di PATRICK e GIADA nati il 21/05/2002 morti il 22/05/2002


Mi dolce Niccolò sei morto per la presunzione dei medici...
Ma ho il ricordo di te nella tua gemellina Camilla.
Saresti fiero di lei! Sai non volli fare l' aborto selettivo per non mettere
a rischio la tua vita. Camilla non è down ed è sopravvissuta e tu sei andato in cielo.
C ome unico ricordo ho l' ecografia.
So che hai sofferto e non ti hanno curato...l' ho letto nella tua cartella clinica!
T i vendicherò.

La tua mamma


Mio piccola creaturina,
non ho voluto sapere se eri un bimbo o una bimba,
dall'ecografia si vedeva che per te non c'era speranza
ti ho portato dentro di me per 18 settimane,
poco, ma ti ho amato profondamente da subito.
Te ne sei andato così, come un soffio, lasciando dentro di me una sensazione di doloroso vuoto.
Ho le tue sorelle che riempiono le mie giornate, di te mi rimarrà il ricordo dell'ecografia, del tuo corpicino.
Il pensiero che dal 3/12/2004 ho il mio angelo speciale mi accompagnerà e consolerà ....


Con infinito amore
Mamma Elena


Ciao,
piccola Vittoria , e' passato un anno da quando sei venuta al mondo e sei
volata subito via e il tuo ricordo e' ancora vivo nei nostri cuori e nei nostri pensieri.
Non ti dimenticheremo mai anche se verranno altri fratellini o sorelline,
perche' tu sarai sempre la nostra prima figlia.
Con amore la mamma e il papà.
Torino 8 Febbraio 2005.


Un pensiero al nostro angioletto che una brutta bestia chiamata gestosi ci ha portato via.....
non ti dimenticheremo mai


Miryam nata/morta il 23 settembre 2003 alla 29a settimana.


Michela ed Enzo


Dentro di me per 9 mesi c'è stata una luce che piano piano diventava sempre più forte....poi di improvviso il buio quando mi hanno detto che non ce l'avevi fatta!!Perdonami se non ho voluto vederti e tenerti in braccio anche se solo per una volta...ma non ce l'avrei fatta a vederti ferma e immobile...tu sei e sarai sempre l'Aurora che illumina i miei giorni e sto vivendo per far vivere te nel mio cuore!

Mamma Alessandra

Alla mia piccola Aurora, nata/morta il 21 Gennaio 2005


In ricordo della mia piccola Sara, volata tra gli Angeli il 10 Dicembre 2003 dopo nove dolcissimi mesi trascorsi nel grembo della sua mamma, ci manchi tanto amore, vegliaci da lassù, Mamma Papà, Katia e Simona

Mio Piccolo Angelo
sei tu che seguì con amore i miei passi
sei tu che mi sostieni nei momenti di
sconforto e disperazione
sei tu che con amore asciughi le mie lacrime
sei tu che mi prendi per mano affinchè
io non cada
sei tu a gioire di più dei miei sorrisi
sei tu che in ogni istante....... minuto.....
ora della giornata mi sei accanto
sei tu che con amore mi guardi mentre
annaspo nel caos della vita....
sei tu che ogni mattina mi svegli con un bacio
e la notte apri le ali per riscaldarmi il cuore
sei tu il mio angelo quello che mai
mi abbandonerà quello del mio cuore
e della mia anima
sei tu che mi aspetterai alla fine del mio
viaggio quel giorno ci incontreremo per non
lasciarci mai più.

Ciao mio Piccolo Angelo.

La tua mamma


é morto Niccolò a causa di una gravissima imperizia dei medici. 31 settimana 1,300 kg.
Piago per la rabbia e disperazione.
Niccolò ha sofferto fisicamente ed è resistito per tre giorni dopo 11 ore di ipotermia forzata subito dopo la nascita!
Ho scoperto che sottoporre un prematuro a oscillazioni tra 33, 6 a 37 gradi muore comunque.
Se lo avessi saputo gli avrei strappato il tubo per farlo respirare risparmiandogli i barbiturici...
Come mi sento in colpa nel avergli dato una brevissima vita piena di sofferenza e neanche una carezza,
io ero in rianimazione a causa della eclampsia!
ma sarai nei nostri cuori, compresa la tua gemellina che è sopravvissuta per miracolo

Matteo Raffaella e la sorellina Camilla


Al mio piccolo Alessandro, voglio dire finalmente addio, ci rincontreremo presto, quando giungerà il mio momento volerò da te e allora non ti lascerò mai più scioglierti dal mio abbraccio rimmarrai per sempre accanto a me, come ora sei nel mio cuore e vivi ad ogni battito.
Sarai sempre con noi, Ti amiamo e Ti ameremo sempre

Mamma Laura, Papa Claudio, Lorenzo e la Tua futura sorellina Giulia

Ad ALESSANDRO piccolo angelo volato in cielo a 24 settimane
il 24 Settembre 2004


Federica 17/06/05 - 04/07/2005

"...e come tutte le più belle cose vivesti solo un
giorno, come le rose."

mamma e babbo ti pensano sempre amore


Sarai sempre nel cuore di tutti noi, piccola cucciola.

Benedetta Maria, 09/05/05, 26 settimane.

Con tutto il mio amore, zia Antonella


Per Michele quasi nato il 28 luglio 2005

Piccolo angelo che hai dato tanto gioia alla tua mamma e al tuo papà, che ti
hanno amato fin da quando eri solo una striscetta colorata, che ti hanno
accarezzato, coccolato e parlato dentro la pancia. Ti aspettavamo con tanto
amore non vedevamo l'ora di abbracciarti e riempirti di baci, ma tu alla
quarantunesima settimana hai deciso di tornare in cielo, ora sei il nostro
angelo custode, proteggici e dacci la forza per tornare ad essere felici.
Rimarrai sempre nei nostri cuori come un bel sogno durato troppo poco.

La tua mamma e il tuo papà Mariangela e Ferruccio


Un pensiero ai miei piccoli Rocco e Annalisa che Dio ha voluto diventassero Angeli.

Ciao piccoli,
forse esiste una spiegazione a tutto ciò che accade;
forse la vostra morte servirà ad altri, perchè la ricerca genetica vada avanti e trovi una terapia medica utile per chi avrà lo stesso vostro tipo di malattia;
forse...... e mille perchè
ma io ancora non trovo risposte a tutti i forse e a tutti i perchè.
Eravate la mia speranza il mio futuro, dopo 15 lunghi anni matrimonio senza bambini, assieme al vostro fratellino Filippo.
Mi maledico per avervi trasmesso quel gene modificato che vi ha dato inutili sofferenze e via ha portato alla morte.
Dio quanto avete sofferto, se avessi saputo.......
Apettatemi piccoli un giorno verrò a rivedervi ma fino ad allora sarete sempre nel mio cuore e nella mia mente pechè:
Amarvi è stato facile
Dimenticarvi impossibile.

A Rocco nato il 26/06/2002 morto il 21/08/2002 dopo 56 giorni di inutili e terrebili sofferenze.
A Annalisa nata il 10/05/2004 morta il 23/05/2004 dopo 13 giorni.


Miei cari Angioletti è la vostra mamma che vi parla,siete volati al cielo entrambi dopo 17 settimane che vi ho tenuti con me,con tutto l'amore fin dal primo giorno di vita!Il Signore vi ha voluto con lui come due angioletti,lasciando in me un vuoto incolmabile e un dolore immenso.Vi abbiamo desiderato tanto e farete sempre parte della nostra vita.
Nel cuore della loro mamma e del loro papà per sempre!

Raffaele 10/12/2004
MariaFrancesca 24/08/2005


Ai miei adorabili angioletti sono andati al cielo.....

Miei bambini sempre rimane nel mio cuore e nel cuore di Dio, aspettando un giorno che potrò abbracciare di nuovo nel regno di Dio!

La gravidanza (Michael) era interrotta per l'infiammazione nella placenta....
La gravidanza (bimbo/a) era interrotta quando sono entrata dal pronto soccorso per le perdite ematiche; la ginecologa ha fatto l'ecografia che il mio bimbo/a non c'è più nella pancia e ho scoppiata di piangere!!!!


Ci vogliamo molto bene nel nostro cuore!!!
Un bacione!!


MICHAEL a 22 settimane di gestazione (27 Maggio 2004)
Bimbo/a a 5 settimane di gestazione (24 Settembre 2005)

Tua madre Roberta, tuo padre Massimiliano e tuo fratello Mattia


In ricordo di Nicolò Lorenzo

Il più bello dei mari
è quello che non navigammo.

Il più bello dei nostri figli
non è ancora cresciuto.

I più belli dei nostri giorni
non li abbiamo ancora vissuti.

E quello che vorrei dirti di più bello
non te l'ho ancora detto.

Questa è la poesia di Nazim Hikmet che ho dedicato al mio piccolo fiore
N icolò Lorenzo, 10/10/2003
dalla tua per sempre mamma, Anna.


Un gelido soffio di vento
ti ha perduta
sottratta ad un amore
che già ardeva
come fiamma viva
nei cuori di chi
ha cercato di darti vita.
Mai ci sarà conoscenza
mai l'incrociarsi degli sguardi
mai lo scrutare nel profondo degli occhi.
Nel nostro ricordo stai vivendo
e vivrai per sempre.
Del nostro amore ti nutri
e con esso ti perpetui.
Di luce divina ora risplendi
lontana dal male di chi
non volle donarci il tuo sorriso ......
....... a te piccolo angelo perduto.

I tuoi genitori, Barbara e Gian-Maria


Grazie che per pochi giorni mi hai dato le emozioni più forti che si
possono provare . sei sempre nei nostri cuori sei stato il primo e lo
resterai sempre. io lo so che tu ci sei e so anche che vegli su i tui
fratelli ti voglio bene e non ti dimentichero' mai . La morte ora non
mi fa più paura perchè so che ci sei tu dall'altra parte ad
aspettarmi. E quando Dio vorra' ci rincontreremo.
A presto la tua mamma.


Per il piccolo Francesco

Sei stato insieme solo per poco,
solo poche ore
ma non ti scorderemo mai
quel visetto buffo e carino
che simpatico con quel cappellino.....
Che furfantello adesso che sei arrivato
già ci lasci?
Non ti preuccupare
troverai divertimenti migliori
con il tuo gemello Andrea.....
un giorno ci rincotreremo
e non ci lasceremo mai
Ciao piccole grande stelle del nostro cielo

16-02-06
Cristiano,Elena e la piccola Maria Chiara


13/06/03 38 settimane nato e volato in cielo dopo 5 ore (Federico)

Amore mio conservo ancora l'emozione di quando sei nato e ti ho preso
tra le mie braccia .
La conservo ancora come un gioiello prezioso perche ho solo quel
ricordo di te
Penso sempre ai 9 mesi passati con te all'emozione dei tuoi primi
calcetti e a tutte le volte che nelle ecografie
ti mettevi le ditina in bocca .
Amore perche sei volato via ?? alla sera prima di andare a dormire
sento una sensazione di calore di un abbraccio ..
sono certa che sei tu ...
Amore io non ti dimentico e non ti dimentichero' mai il mio cuore e'
spezzato da' un dolore che non passera' neanche tra 1000 anni ..
Ora stai giocando con tutti i tuoi amichetti ..divertiti piccolo
angelo ......gioca e vivi !!!
la tua mamma Daniela


Ci siamo illusi per 5 mesi che ce l'avresti fatta...
poi quella fatidica notte.

Sono passati ormai 15 anni ma è come se fosse il primo giorno.
Ti vogliamo bene, mamma Anna, papà Mario e Laura

*ANTONIO*
nato il 19/03/1991
morto l'11/08/1991


E' passato quasi un anno e ancora non riesco a lasciarti tornare in cielo.
sei rimasto così poco dentro di me, nemmeno il tempo necessario per farti
un'ecografia, per avere un'immagine di te, non ho potuto nemmeno sentire
il suono del tuo cuore, ma io sono la tua mamma e ti ho amato tantissimo
sin dal primo istante e continuo ogni mattina a darti il buongiorno e ogni
sera, quando metto a letto le tue sorelle e il tuo fratellino un bacio lo
mando sempre anche a te. ti prego cucciolo mio ritorna...

Tommaso 15/07/2005
ti ameremo sempre mamma Sara, papà Franco con Emma, Letizia e Samuele


Dedicata a Camilla

Con tanta dolcezza
sei entrata nei nostri cuori
ti abbiamo immaginata, sognata, amata...
Non ti abbiamo conosciuta ma il tuo ricordo
ci da pace e serenità.
Seppur tanto piccola
ci hai insegnato che il dolore si può trasformare
in amore verso gli altri, verso tutti i bimbi del mondo!!!

Resterai sempre nei nostri cuori.
Ciao Angioletto! Da Arianna e Fatima


Cari adorati bimbi miei siete volati in cielo prima di nascere
lasciandoci nella più cupa disperazione.
Ora sono passati 7 anni il mio dolore è immenso.
Dal cielo avete fatto nascere due splendidi bimbi Mattia nato il 5
giugno 2000 a 36 settimane e Melania piccola come voi ma più fortunata (nata il 12 maggio 2003 a 27 settimane).
Il 31 maggio 2005 avete chiamato a voi il vostro adorato papà Paolo a
soli 36 anni ed io sono qui sola.
Ora abbiamo due figli per uno a cui badare ciao Martina e Samuele
nati e morti il 9 febbraio 1999.
Proteggeteci da lassù perchè noi siamo tanto tristi.
State vicino anche a nonno Giacomo che vi ha raggiunti il 8 settembre 2005.


a Matteo che ora è un piccolo angelo tra gli angeli.

Sei entrato nella mia vita
riempiendola di gioia.
Sei stato in me e con me
ad ascoltare i miei sogni e progetti,
condividendo lo stesso respiro.
Troppo presto sei stato chiamato
alla vita reale
senza la possibilità di emettere un vagito
senza una lacrima.
Hai lottato per la vita con tutte le tue forze
e noi con te.
Ma lassù avevano bisogno di un angelo
e così hai risposto tu alla loro chiamata
lasciandomi qua
tra le lacrime e l'impotenza.
Sei stato e sarai sempre il mio meraviglioso cucciolo
che io non ho potuto proteggere
neanche con un abbraccio.
Un giorno, lo so, riuscirò
a cullarti tra le braccia
come una brava mamma.
Vivrai sempre nel mio cuore.

Matteo: nato il 7 maggio 2006 a 26 settimane e 5 giorni, morto il 30 maggio 2006.


In ricordo di Federico

Al mio piccolo angelo Federico, che non è mai sceso sulla terra, ma
ha vissuto per ben 9 mesi nella pancia della sua mamma, che gli ha
voluto tanto bene e non lo dimenticherà mai!
Sarai sempre nel cuore di mamma e papà!
UN GROSSO BACIO AMORE MIO

Federico 09-07-2006 (40 settimane)


Giuseppino sei nell'anima di mamma e papà,
non smetteremo mai di amarti,
grazie per l'amore che ci hai donato.
Giuseppe Aldo nato il 24 aprile 2006 a 29 settimane.


Caro Manwel,
Ti ho fortemente voluto dal primo momento.
Volevano avere un bambino e quando il test e' risultato positivo, la goia era immensa.
Ti ho tenuto dentro di me per 25 settimane, i piu bei giorni della mia vita.
E quando il tuo cuore piccolino ha smesso di battere, il mio si e' fermato insieme a te.
La vita senza di te non e' piu la stessa.
Non potro' sentirti chiamare mamma o papa'.
Non potro' vedere il tuo sorriso, coccolarti...
Quante cose avrei voluto dividere con te!
Sarai per sempre nel mio cuore. Ovunque io andro' tu sarai sempre con me.
Arrivederci tesoro della mamma.Ti voglio un mondo di bene!


Ciao Gloria, ciao Letizia, nipotine mie mai conosciute….mancavano
pochi giorni e vi avremmo viste, abbracciate. Tutto era pronto per il
vostro arrivo ma qualcosa vi ha portato via o forse avete preferito
continuare a giocare lì insieme, nel posto bellissimo dove vi eravate
conosciute. E’ un vuoto immenso quello che avete lasciato…le parole
non bastano davvero.

Riposate serene per l’ultima notte nella pancia della vostra mamma e
da lassù aiutatela a superare questo momento tristissimo; vegliate
sul vostro papà che vi voleva tanto bene e su tutti noi che vi
abbiamo amato e vi ameremo sempre.

Gloria e Letizia 25.09.06


28 luglio 2004

in questo giorno ho scoperto che il tuo cuoricino ha smesso di
battere....ma tu Ruben continui a battere dentro il mio cuore.....sei
quì..con me.......
ti amo RUBEN..ti penso... e prima o poi ti abbraccerò...
la tua mamma
LINDA .


Il piccolo Davide e' volato in cielo il 31 Ottobre 2006.

Ci stringiamo a mamma Federica e papà Paolo

Alessio e Romina


La notizia del tuo arrivo è stata per tutti una grandissima gioia.
Non potevamo immaginare a quale lacerante dolore stavamo andando
incontro.
Sei nato il 27/09/2006 (di 26 settimane) e sei morto il 1°/10/2006
lasciando un grande vuoto e tanto, tanto dolore nei nostri cuori.
Dolcissimo Alessandro, ti amiamo immensamente e sarai sempre con noi.
Mamma, Papà, Ilaria.


28/01/06 - 30/12/06

Mio piccolo eroe quanto hai lottato
per stare accanto alla tua mamma e
al tuo papà, hai lottato per riuscire
nell'intento di essere abbracciato
e coccolato, sono stati mesi duri
però anche stupendi perchè ci sei stato
e il tuo nascere non è stato vano.
Ti amo piccolo eroe, ti amerò per sempre,
ora sei accanto a Dio a cantare con gli angeli,
mio dolce amore proteggi la tua mamma e il
tuo papà dona loro la forza di andare avanti
e di sopravvivere a questo dolore.
Tu sei stato il nostro più grande amore
A presto amore di zia,
sarai sempre con noi.


Gabriela,
Eravamo tanto felici del tua arrivo!
Ho sognato te e tua sorella Annalaura che giocavano assieme.
Noi che ridevamo, il tuo faccino, i tuoi occhi, la tua bellissima
bocca.....
Ancora oggi chiudo gli occhi e ti vedo: sembravi addormentata, eri
bellissima!
Non riesco a rassegnarmi al fatto di non averti vicino a noi!
Mi manchi, ti penso ad ogni momento.
Anche tua sorella parla di te.... Non ti dimenticheremmo mai!
Mi sento in colpa per non essere riuscita a capire che non stavi piu'
bene, continuavo a parlarti e probabilmente tu non c'eri piu'.
Ti chiedo di perdonarmi e proteggerci ! Aiutaci a soppravivere a
questo dolore!
Ti amiamo molto.
Baci.

Mamma, papà e Annalaura
In ricordo di Gabriela, nata morta a 38 settimane il 07/08/2006


Un angelo passava vide un fiore, lo colse e lo portò a Dio per
abbellire le aiuole del cielo.....
Mio piccolo angelo mi manchi da morire.
Chiudo gli occhi e immagino che tu sia qui con me, ti stringo forte
tra le mie braccia e sento ancora le tue manine che
giocano con i miei capelli come ti piaceva tanto fare, i tuoi grandi
occhi verdi che mi guardano, cerco ovunque il tuo odore e la tua voce.
Sono orgogliosa di essere stata la mamma di una bimba così speciale e
unica, mi hai regalato tanti giorni felici.
Conserverò per sempre nel mio cuore ogni momento trascorso con te sia
nella gioia che nella sofferenza..
Perdonami, aiutami a superare l'amarezza e il dolore di non aver
fatto tutto il possibile per salvarti.
Non trovo una risposta a tutti i se...... e perchè .........e ciò mi
fa soffrire ancora di più.
Veglia su di noi, in particolare sulla tua sorellina Arianna, aiutaci
a trovare un senso alla vita.
Arrivederci amore mio .......ti voglio bene, sarei sempre la mia
bambina.

La tua mamma.


Per Sofia nata il 24/03/2004 e volata in cielo il 25/11/2006
strappata alla vita da una maledetta malattia chiamata "atresia delle
vie biliari".


A Giulio……….

Ogni volta che penso a quella piccola lapide, a quell’angioletto di bronzo,
a quell’unica data dietro ad una piccola stella e una piccola croce…
….so che lì sotto c’è, insieme a te, un pezzo del mio cuore.
Solo quella dimora ti ho potuto e saputo regalare. Solo una volta ti ho
cullato tra le mie braccia e ti ho baciato, anche se tu non hai mai sentito
quei baci sulla pelle, forse, anzi, di sicuro li hai visti da lì, da
quel posto pieno di luce dove ti trovi.
Mi manchi sempre, ma, ogni anno, all’approssimarsi del Natale vorrei
poterti regalare qualcosa, oltre ai miei pensieri, alle mie parole sussurrate
nel vento perché arrivino fino a te.
Non ho tue fotografie da far vedere con orgoglio agli amici come
faccio con quelle di Luca, Lisa e Swami.
L’unica tua immagine è disegnata nella mia mente,
indelebilmente e io so che sei bellissimo e voglio farti conoscere
anche agli altri, voglio regalare una tua fotografia a colori ai miei
amici…..e posso farlo solo con queste righe, possono leggerti nelle mie
parole e nei miei occhi.

Buon Natale bambino mio, ti amo tanto
Floriana, La tua mamma

Giulio 05.12.1991- 20 settimane


Matteo, mio dolce angelo, sei sempre qui con noi, anche se sono già
passati tre anni, anche se è arrivata la tua sorellina Chiara.
Sei vissuto solo un giorno ma di quel giorno non scorderò mai nulla.
Ti ho potuto accarezzare solo sforandoti con un dito tanto eri
piccolo e ti ho potuto prendere in braccio solo dopo che eri volato
in cielo e mi spiace immensamente perché avrei voluto farti capire
che la tua mamma eri lì con te.
Non potrò mai dimenticarti, piccolo mio … ogni mattina il mio primo
pensiero è per te e la sera prima di addormentarmi ti mando la buona notte.
Mi rimarrà sempre il rimorso per non averti potuto aiutare, per
essere stata impotente mentre tu lottavi per restare con noi, è la
cosa che più mi rimprovero.
Anche se ora è arrivata Chiara e la giornata con lei è piena, tu sei
sempre nel mio cuore e ti penso ancora di più … sei il nostro angelo
custode e la tua sorellina è veramente fortunata perché tu vegli su
lei con tutto il tuo immenso amore.
Grazie angioletto mio, perché sei sempre con noi, perché mi scaldi il
cuore con le tue carezze.

Silvia, Lorenzo e Chiara


Voglio lasciare il ricordo del mio piccolino, nato morto il 23/02/07
a causa di una bruttissima malattia chiamata Pre-Eclampsia in 25
settimane e 3 giorni...

La tua mamma ed il tuo papà ti porteranno per sempre nel loro cuore...
Ciao Tesoro.

Lara&Geppe


Al nostro piccolo grande Angelo di nome Giulia che che è stata strappata alla vita per colpa della gestosi e di medici che non avevano capito nulla.

Sarai sempre e per sempre nei nostri cuori

Mamma Michela papà Luigi con Riccardo e Beatrice

Giulia nata 27/04/93 morta 27/04/93 29 settimane


Ciao piccola Elena,

nostro piccolo caro angelo.
La pre-eclampsia e l' incompetenza dei dottori ti hanno strappata alle nostre braccia e al nostro affetto.
Ti vogliamo tanto bene. La nostra vita senza te è molto dura.
Ma un giorno ci ritroveremo e allora staremo insieme sempre.

Sei nei nostri cuori, un bacio......

Mammma, babbo e il fratellino Giulio di 10 anni più grande.

Elena, 27a settimana, 4 Gennaio 2005.


Cari Jacopo e Mattia, siete e sarete sempre nel mio cuore, il dolore
che ho provato e che provo tutti i secondi della mia giornata è
indescrivibile. Ho ancora tanta rabbia addosso perchè mi siete stati
portati via, io e il papà vi vogliamo un bene dell'anima ma non abbiamo
avuto neanche l'opportunità di abbracciarvi anche solo per un secondo.
Di voi mi rimane solo il ricordo di quei pochissimi attimi quando vi ho
partorito e poi ...... più nulla, non mi rimane altro che le vostre
ecografie, le porto con me e le conservo come un cimelio, Spero che da
lassù possiate vedere l'amore di mamma e papà avrebbero voluto darvi,
non vi rammaricate se per gli altri sembra che voi non siate mai
esistiti siete stati il dono più grande della nostra vita vi amo con
tutta me stessa e mi mancate moltissimo. Date un abbraccio grande
grande anche a "Girino " e "13mm".
Jacopo e Mattia nati/morti
13.06.2006 a 22 settimane.
Girino 11 settimane 09.08.2005
13 mm 12
settimane 23.12.2006


piccola creaturina mia
non ho saputo con precisione se eri femmina o maschio
ma per 19+4 settimane ti ho avuto con me e aveva già cominciato a sentirti ho dovuto abbandonarti perchè tu ormai avevi abbandonato me sei sempre nei nostri cuori e da lassu
veglia su di noi e su tua sorella Giulia spero che un giorno
aiuterai un angelo a scendere tra noi in tuo menoria

con amore Mamma Elisabetta Babbo Carmine e Giulia
al mio angelo nato-morto il 31/10/2006


Oggi è esattamente un mese che Gianluca non fa più parte del nostro mondo, ha deciso di morire dentro il mio grembo e di non vedere mai la luce qui fuori.

Sono ossessionata dall’averlo perso infatti non c’è stato giorno in cui non l’abbia pensato, che non gli abbia dato il buongiorno, la sera mi addormento pensando a lui e qualsiasi cosa io faccia lui è nei miei pensieri; talvolta mi succede addirittura di parlargli perché mi illudo che da lassù lui mi ascolti, sono folle? Forse si, ma non riesco a farne a meno.

Tutti sono capaci a dirmi: ”sei giovane… hai ancora tanto tempo” ma probabilmente non capiscono che il dolore di una madre per la perdita di un figlio anche così piccolo è un dolore orribile che ti porterai dentro per la vita. Ogni tanto mi distruggo pensando a come poteva essere fisicamente, a cosa avrei provato tenendolo tra le braccia, al suo dolce profumo di neonato, tutte cose che non potrò mai sapere di Gianluca.

Potrò avere altri figli… certo… ma lui è nel mio cuore come se fosse stato il mio primo figlio a tutti gli effetti anche se non ha mai visto la luce… anche se Gianluca è solo un nome di fantasia perché era ancora troppo piccolo per saperne il sesso.

Il dolore è ancora vivo perché il 24 aprile è passato da poco, col tempo forse non gli parlerò più e non piangerò così tanto per Gianluca… ma quel tesoro di pochi mesi era la cosa più bella che mi è capitata nella vita. Ora mi illudo di avere un angelo tutto per me che mi guarda, mi aiuta nei momenti di sconforto riportando il buonumore e che mi ama come lo amo io.


Ciao Greta,
pensi mai a me, mentre giochi con le stelle, nel posto bellissimo dove certamente ti trovi adesso?
Ricordi? Eravamo vicine, in quei mesi d'estate, nel reparto di terapia intensiva neonatale...
La mamma e il papà, nelle ore in cui era loro permesso starmi vicino, guardavano sorridendo il ciuffo di capelli neri dritti dritti sulla tua testolina.
Un girono abbiamo sentito i medici dire che non crescevi più, ma non volevamo crederci, continuavamo a sorridere di tenerezza guardando i tuoi capelli e a farci coraggio a vicenda.
Poi una notte sei andata via, e tutti siamo stati più soli, ed i giorni di ospedale ancora più lunghi e tristi.
Ora però so per certo che, quando arriverà anche per me il momento di partire, ti troverò dall'altra parte ad aspettarmi, ci prenderemo per manina e mi porterai a giocare sulle spiagge più belle.
Sofia

Per Greta, nata e morta nell'estate 2005


Al mio piccolo Christian,
sei stato un bel sogno durato per 28 settimane ti oi partorito ed il
Signore ha voluto che non ti vedessi perchè ero in coma.
Ora che mi sono svegliata il mio unico pensiero sei tu mio Angelo!!!
Forse un giorno ti riabbbraccerò e allora ti farò sentire tutto
l'amore che provo per te.
Hai lasciato dentro di me un vuoto troppo grande, proteggimi dal cielo
ed aiutaci ad andare avanti.
La tua mamma Ele e il tuo papà Roby


Non ci possono essere parole per alleviare il dolore della perdita di un figlio.
Io ho perso due figlie.
Due gemelline che tanto amo e amerò sempre.
Erano dentro di me
Ho cercato di proteggerle,
le ho amate,le parlavo, le accarezzavo.
Ma poi la febbre alta, la tachicardia, il travaglio, la scelta dei medici di farle nascere.
Sono nate.
La prima è morta dopo poche ore
e non l’ho potuta vedere in vita.
La seconda era lì,
in terapia intensiva
mentre lottava e soffriva per sopravvivere.
Quando mi hanno detto che dovevano farle nascere avevo già sentito dentro di me che non ce l’avrebbero fatta,
quando ho visto la mia piccola intubata dentro di me è stata solo una conferma…
ha raggiunto la sua sorellina il terzo giorno.
Mi mancano.
Nella pancia ora c’è il vuoto
Mi sento sola
Ma nessuno capisce.
Per tutti: “sono cose che succedono, sei giovane avrai altri figli”
Devo fingere che tutto vada bene, che non soffro più,
ma non è così…
io soffro e non c’è giorno che io non pensi a loro,
non c’è giorno in cui non mi manchino,
non c’è giorno che le lacrime non solchino il mio viso in silenzio e di nascosto.
Vi amo angioletti miei e mi mancate tanto.
La vostra mamma
Chiara n./m. 03.02.07
Alessia n. 03.02.07 – m. 06.02.07


...dopo due bambini persi nelle primissime settimane di gravidanza sei arrivata tu...a ridarci la speranza, andava tutto benissimo, avevamo scoperto da 4 giorni che eri una bambina...Matilde...improvvisamente le cose precipitano,il collo dell'utero cede...in ospedale fanno di tutto per te...cerchiaggio d'urgenza, flebo, ma mercoledì 30 maggio inizia il travaglio e tu nasci...ti sento muovere...ma non c'è nulla da fare... ci lasci subito...ti abbiamo vista e accarezzata per un minuto, e ti abbiamo lasciato andare...eri bellissima e noi ti abbiamo amato con tutto il cuore dal primo momento della tua esistenza dentro di me...e continueremo ad amarti...per sempre...

Matilde dacci la forza di continuare, proteggici e mandaci un'altro figlio...quando vorrai e quando saremo pronti...

...niente più uguale sarà mai...

ti vogliamo bene.mamma e papà.


Ciao a tutti, siamo una coppia di genitori che ha perso una bambolina. Linda purtroppo, nonostante tutti gli sforzi dei medici, non ce l'ha fatta e ora è l'angelo custode di Lucrezia, la sua gemellina che grazie al cielo sta bene e tra poco la porteremo a casa. Un saluto a tutti i papà e le mamme, e un bacio a tutti i bimbi.

Paolo e Morena


RICCARDINO ti amerò per sempre, solo tu meritavi il mio amore. In ogni cosa che farò nella mia vita ci sarai sempre tu, a chi mi dice di dimenticarti non li ascolterò, se pensarti vuol dire soffrire io VOGLIO soffrire. Al più presto ti regalerò un fratellino e lo ameremo io e te insieme.
08.08.2007

Monica


Per il mio piccolo Alessandro

nato il 28 febbraio 2006 pesava 760 gr,
volato in cielo il 28 agosto 2006.

E quando la notte cadrà
tutta intorno a me, ed io non saprò più cosa fare
tu usa la tua luce per illuminare il mio cammino
perché io ti penserò per sempre.

Paola


C'erano una volta due angioletti gemelli che si chiamavano Andrea e Federico. Giorno e notte guardavano giù - il mare, i fiori, le mamme e i papà, le scuole, i giochi - e pregavano di essere mandati giù, da una famiglia tutta per loro. Insieme. Tanto pregarono, tanto insistettero che un giorno furono chiamati per andare giù. E diventare due bambini. Con una famiglia tutta per loro. Era tanta l'attesa, la sentivano. E la volevano toccare. Avevano fretta di toccarla. Di farsi toccare. Di farsi amare. Era tanta la fretta che non aspettarono. 24 settimane appena. Ma si sentivano fortissimi. E noi, tutti, a pregare, a volerci sentire forti con loro. Andrea era forte, ma il suo cuoricino troppo piccolo, troppo leggero. Talmente leggero che le alucce d'angelo - che non avevano avuto il tempo di staccarsi - lo hanno riportato subito su. Un giorno, appena. Neanche il tempo di vederlo da vicino, il mare. Federico, però, reggeva. Le alucce battevano, ma lui reggeva. Un mese, due mesi. La forza di respirare da solo. Poi quelle ali...E io che non ho avuto neanche il tempo di vederli. Che già adoravo il pensiero che ci fossero. Che guardo le foto dei bimbi piccolini come loro per capire, per vedere. Per cercare quelle ali. Che mi sono chiesta a chi sareste somigliati... Tenete d'occhio i miei bambini, dal cielo. E, anche, andate a cercare il mio angioletto volato via troppo presto, anche lui con le ali troppo grandi e il cuore troppo piccolo. Tanto più piccolo del vostro.
Ciao...

Andrea, 9 luglio 2007 - 10 luglio 2007
Federico, 9 luglio 2007 - 14 settembre 2007

Un'amica di papà


Per Andrea e Federico

Stavamo toccando il cielo con un dito quando dopo 8 anni
ci avete annunciato il vostro arrivo
la mamma non era mai stata tanto felice.
Dopo tanti anni finalmente la felicità
ma una mattina di luglio il sogno si spezza
un inizio di travaglio che neanche quattro giorni a testa in giù può bloccare.
Così siete nati voi scriccioli e troppo piccoli per farcela.
Andrea non ti ho neppure potuto vedere perché sei volato via dopo 36 ore.
Federico tu hai voluto resistere per regalarci tante cose.
Il ricordo del tuo visino, i capelli biondi, i pianti e i pochi sorrisi
le manine e i piedini e il tenerti in braccio.
Poi non ce l’hai fatta più e mamma ti ha detto di riposarti, non ti voleva vedere soffrire.
E lo hai fatto, ora sei di nuovo col tuo fratellino come quando eravate nella pancia di mamma.
Siete felici ora, aspettateci che tanto prima o poi saremo di nuovo insieme.
E questa volta per sempre.
Non vi dimenticheremo mai.

Mamma e papà

23 settimane + 4 gg

Andrea 09.07.07 – 10.07.07
Federico 09.07.07 – 14.09.07


Ti abbiamo voluto e aspettato tanto…poi sei arrivato. Ti abbiamo dato tutto quello che potevamo…forse siamo riusciti a spingerci oltre; ma non abbiamo potuto guarirti da quella terribile malattia (atresia delle vie biliari),che ti ha portato via da noi. Durante i lunghi ricoveri sei stato tu a darci la forza per andare avanti, con i tuoi sorrisi ,i tuoi bellissimi occhioni pieni di amore, e gioia di vivere.Con la tua bellezza, la tua dolcezza e la tua intelligenza sei riuscito a conquistare tutte le persone che hanno avuto la fortuna di conoscerti, insegnandoci a non mollare e regalandoci tante bellissime emozioni. La nostra vita da quando non ci sei più sembra non avere nessun senso, sentiamo che una parte di noi è morta insieme a te in quel giorno maledetto. Nicolò rimarrai sempre con noi, nei nostri pensieri, nei nostri cuori e davanti ai nostri occhi; ci manchi da morire e ti ameremo infinitamente per il resto dei nostri giorni.Tra qualche mese nascerà tuo fratello Tommaso, imparerà presto ad amarti e a capire chi eri pur non potendo conoscerti e crescere assieme.

Mamma e papà

Al nostro piccolo SUPEREROE Nicolò Lazzaro 17.09.2206 22.03.2007


La mia bimba è nata morta il 3/2/07 dopo 25 settimane di gravidanza. Non riuscirò mai a dimenticarla. Avrei voluto stringerla fra le braccia, ma non sono riuscita a farlo. Non ricordo più il suo viso. L'unico ricordo che ho è il cordone ombellicale tagliato sul suo pancino. Non mi perdonerò mai di non averla stretta fra le mie braccia.
Ciao mia piccola Eleonora, il tuo papà e la tua mamma ti hanno voluto e ti voglio un gran bene, non ti dimenticheranno mai!!!


siete qui, con me, ancora e per sempre,
dentro il cuore della vostra mamma, vi sento ogni istante vicino, vedo il vostro sorriso, sento le vostre manine strette intorno alle mie,......
è passato del tempo, ma il dolore è sempre li', in agguato, una ferita che mai si rimarginerà, che inesorabilmente sanguina.......
adesso cè la vostra sorellina qui con me, è la mia gioia, come la mia gioia siete voi, nonostante il dolore..... perchè un giorno ci ritroveremo ,,,,,,, tutti insieme!!!!!
Vi amo immensamente, vegliate su Elena, piccoli angeli miei.

La Vostra mamma, papà ed Ele.


A: MARCO,DAVIDE,GABRIELE,SIMONE.


Ciao Martina,sono la tua mamma,mi sembra tutto molto strano,che tu non sia qui con noi ,accanto a riccardo,il tuo fratellino.Solo Dio sa quanto ti abbia desiderato,la mia felicità quando ho scoperto che eri una femminuccia e adesso non faccio altro che chiedermi perchè ti ha portato via da me , dalla tua famiglia.Mi manchi tanto figlia mia,fra pochi giorni saresti dovuta nascere,sai quanta gioia?Invece solo tanta tristezza.Sei e sarai sempre il nostro angelo custode:proteggici da lassù.

La tua mamma Stefania.


La storia di Luca, scritta dal padre Ciro, al quale abbiamo dedicato una pagina (clicca per leggerla).


La storia di Gabriellina, scritta dalla mamma, alla quale abbiamo dedicato una pagina (clicca per leggerla).


DAVIDE ANGELO

Quasi 5 anni fa ti affacciavi alla vita
Quasi 5 anni ti abbiamo riconsegnato nelle mani calde di Dio.
Ti abbiamo fatto una promessa e non la tradiremo mai....
Il tuo ricordo rimarrà sempre vivo nelle persone che
hanno avuto la fortuna di guardarti, di toccarti, di conoscerti.....

Per non dimenticarti mai
Davide Angelo Barbuio 10 Aprile 2003 - 10 Aprile 2003
La tua mamma Stefania, il tuo papà Marco e la tua sorellina Erika


5 settembre 1987 nasce Francesca. Una gioia immensa, una bambina bellissima che oggi è una meravigliosa figlia di quasi 21 anni!!

Ottobre 1996. A 8 settimane di gestazione si interrompe la mia seconda gravidanza. Non ho mai saputo se era maschio o femmina, ma per me mamma e per il suo babbo era Luisa, la nostra piccolina che ci ha lasciati troppo presto.

Maggio 1998. A 5 mesi di gestazione nasce, senza vita, Giacomo, il secondo uomo della mia vita, dopo tuo padre. E' stato tremendo perderti, un dolore che non si può descrivere. Anche se non ti ho visto, nel mio cuore ci sei sempre e ti vedo con la tua sorellina per mano, correre felici. I medici dissero che eri perfetto, quasi cicciottello ma quel cordone non ha avuto pietà.

Giugno 2002. Nasce dopo 9 mesi di angosce, Benedetta. Peso 3.850, bionda, occhi azzurri. Adesso ha quasi 6 anni ed è la gioia di noi genitori e di sua sorella Francesca. Quando ti aspettavo avevo tanta paura di perdere anche te....

Se ripenso a ciò che ho passato, mi domando come ho potuto riprovare a fare un figlio, ma è proprio nel dolore che ho capito che non dobbiamo mai dare niente di scontato nella nostra vita.

Anche se non li vedo, so di essere madre di 4 bambini, nel mio cuore ci sono anche Luisa e Giacomo e vi prego di vegliare sulle loro sorelle dal Paradiso, che sono la mia ragione di esistere.

Vi adoro Francesca e Benedetta, con tutta me stessa e ringrazio Dio ogni giorno per quello che mi ha dato.

Mamma Gloria


IL giorno 14/07/08 abbiamo perso il nostro bambino Adrian, nato morto. La nostra vita non sarà piu la stessa.

Lo aspettavamo con gioia e trepidazione, ora è un angelino nel cielo, che ci proteggerà dall'alto, questo è quello che noi pensiamo ora, per sentirci un pò meglio, però ancora ci domandiamo perchè. Mancava solo una settimana allo scadere dei nove mesi, e tu saresti con noi ad allietarci con i tuoi pianti o sorrisi. Adesso c"è il suo ricordo e non ci lascierà mai.
Ciao ADRIAN

Ti ameremo per sempre, tuo babbo Riccardo e tua mamma Susan


Il mio cucciolo mi manca da morire!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

E’ stato con noi solo 80 giorni ma ha lasciato un vuoto che mai niente e nessuno potrà colmare.
Non è vero che con il passare del tempo il dolore si allevia, si impara a conviverci insieme e basta.

9 ottobre 2009, è passato troppo poco tempo per cercare di essere realisti, per pensare al futuro, per poter passare anche solo un minuto senza pensare a Nicola. Tutte le notti spero di sognarlo, di poterlo toccare di poter vedere i suoi stupendi occhi azzurri, ma non ci riesco. Ogni mattina, prima di andare a lavorare, non mi sento a posto con mè stesso se non passo al cimitero per dargli anche solo un piccolo saluto. La mia vita è cambiata, tutto sembra non avere più un senso, sento solo il calore della gente che mi stà vicino.

Mi manca il mio cucciolo, mi manca da morire,
Roberto


Piccino mio, che saresti dovuto nascere nel mese delle rose e invece sei volato via in un freddo giorno d'ottobre....la tua mamma non ti dimentica e ti ringrazia per il dono di tuo fratello, nato nel mese delle rose un anno dopo. Sei e sarai sempre il mio piccino, e so che sarai tu ad accogliermi, un giorno. Continua a proteggere, come hai sempre fatto, la tua sorellona e il tuo fratellino.

A rivederci tesoro!
la tua mamma Graziella


A…DIO
“Addio!”
è il più bel saluto che possiamo dare
ad una persona che amiamo:
che possiamo dare ai nostri figli.
“Addio!”, cioè “Ti affido a Dio!”.
Ti affido a Dio
perché è l’unica maniglia che regge.
Dio non è virtuale: è reale.
Non farà mai le valigie dalla terra.
Ti affido a Dio perché Dio ti ama
e ti mette voglia di amare.
Ti affido a Dio perché non è uno spione,
non è un rompiscatole.
Dio è un ragazzo in gamba
sempre in giro per il mondo.
Ti affido a Dio
perché Dio è l’abbraccio universale:
abbraccia tutto e tutti.
Abbraccia anche te.
Ti affido a Dio
perché con Dio fa meno paura morire.
Dunque, eccoti la parola più bella, più alta,
più preziosa che possa uscire dalle mie labbra:
“Addio!”: “Ti affido a Dio!”.

Questa è una poesia/preghiera che ci ha aiutati moltissimo a sopportare il dolore per Giovanni, nato morto alla 21° settimana.
Abbiamo voluta offrirla (sottoscritta dagli amici che ci sono stati vicini) a chi arriva sul Monte Parvo, sopra Castelmagno (CN).
E ora vogliamo offrirla innanzitutto a chi, come noi, sta soffrendo per la perdita di un figlio, ma anche a tutte le persone che hanno voglia di riflettere sul senso della maternità e della paternità.


Cristina, Roby, Giorgia e Sofia per il piccolo Giovanni _ 16 luglio 2008


Al nostro Leonardo nato morto il 10/02/2009 per invecchiamento della placenta (41 settimane+5giorni)

A Leonardo

Ti ho portato piena di speranza,
per i nove lunghi mesi del mio viaggio,
con in mente quell’intima ora in cui ti abbiamo concepito,
ti sentivo spesso muovere e scalciare,
mentre lento tu crescevi in me,
sognavo come saresti stato
quando il tuo volto fosse emerso,
bimbo, e in quale dolce momento
avrei ascoltato il tuo primo pianto,
e ti avrei accolto con tutto
il calore ed il nutrimento di cui avevi bisogno;
c’era una casa che aspettava te.
Dopo il mio intenso travaglio,
il sudore freddo sulle mie membra,
le mie piccole grida miste all’aria d’estate,
sei arrivato tu. Non hai pianto.
Non hai respirato.
Non eravamo preparati a questo;
sembra che la tua nascita non abbia alcun significato,
o ci hai rifiutati?
Diranno che non sei nato,
registrandoti come nato morto.
Ma tu sei vissuto per me, tutto quel tempo,
nell’oscura camera del mio ventre,
e quando adesso penso a te,
impeccabile nella tua piccola morte,
ti porterò con me per sempre,
tu sarai mio per sempre.
La morte e la vita sono il medesimo mistero. (Leonard Klarc)


ciao mio piccolo angelo biondo.......meraviglioso amore.......


La tua mamma e il tuo papà insieme ai tuoi faratelli Gabriele e Giulia non ti dimenticheranno mai


Per Giuggi

Non volevamo sapere se eri un maschietto o una femminuccia. Volevamo la sorpresa. Per questo, per noi sei sempre Giuggi, la nostra Giuggiola.
Sei stato la nostra gioia per 16 settimane, poi d’improvviso, un giorno il mio grembo non ti ha retto più e sei scivolato via da me senza che io ti potessi trattenere.
Ora la mamma è qui a chiederti perdono perché non ha voluto vederti quando sei nato. Predonami, ma ho avuto paura ed ero sola in un’asettica sala parto. Sappi però che ora questo rimorso mi accompagna tutti i giorni della mia vita. Penso solo che adesso sei in mezzo agli angeli del cielo che potranno abbracciarti come non ho potuto fare io.
A te dedico la canzone che canto tutti i giorni, da quando ho scoperto di aspettarti, amore mio.

You are my sunshine, my only sunshine
You make happy when skies are grey
You’ll never know dear how much I love you
Please don’t take my sunshine away

Al mio unico sole Giuggi
La mamma e il babbo ti amano più di ogni cosa al mondo

Giuggi, 6 aprile 2009

Rita e Mario


Alla Nostra Eliana...

Se pensiamo ad un Angelo…
Lo immaginiamo con il tuo volto.
Vivrai per sempre nei nostri cuori…
Non ti scorderemo Mai…

Alla nostra bambina che ci ha lasciati a 39+4
Il 14 Agosto 2009 dopo 9 mesi sei volata via….

Ti Amiamo Tanto e Ti Ameremo per Sempre…….
Mamma Cate, Papà Dany…
…E i tuoi cari


13 maggio 2008

"Piccole rondini,
nate nell'alba,
i vostri occhi non han visto la luce.
Un'ultima carezza...
e via siete volati
nell'abbraccio gioioso di Dio"

In memoria di Giulio e Alessio, nati alla 23a settimana di gestazione
e vissuti il tempo di un abbraccio.

Arrivederci, cuccioli!
Mamma, papà, Leonardo e Veronica


Mio figlio è nato il 2 giugno alla 25 +5. Un bambimo bellissimo, vivace ma
l 'infezione da streptococco mai diagnosticata da un assassino con il camice,
il 6 giugno, me lo ha portato via.

Mi sveglio la notte e non ci credo che Giulio non è con me, esco sul balcone
mi siedo e imploro il cielo di ridarmi la mia stella ,fino a quando non diventa
giorno.

Questo succede da 33 giorni. Non ce la faccio a vivere senza mio figlio
mi manca, la mente è ferma ai giorni trascorsi insieme, quando entravo
nell'utin lo accarezzavo, gli parlavo, gli cantavo la ninna nanna e immiginavo
il giorno che lo avrei portato a casa e che insieme avremmo fatto tante cose belle.

Poi la telefonata dei medici, quella maledetta notte di domenica, il vuoto,
la disperazione, il dolore, non poteva finire cosi', Giulio che ho amato sin
da quando il test di gravidanza risultò positivo.... Mio figlio che mi aveva
fatto provare le emozioni piu forti e più belle della mia vita, che avevo fatto
nascere.

Avrei fatto qualunque cosa per lui ma non c'era più.Ho pensato di farla
finita ma mio figlio merita le lacrime della sua mamma, merita il dolore
che provo da quando non è più CON ME. TI AMO GIULIO.

La tua MAMMA.


Mia piccola Alice, non so se esista un paradiso, se siamo angeli o anime,
ma di una cosa sono certa, tu sarai sempre nel mio cuore piccola...
li ti ricorderò e ti farò vivere per sempre....

Alice 34+0 14 settembre 2009


il mio nome è Alberto Palagi, sono vissuto nel 1995 per soli 5 mesi nel ventre della mia mamma.

I medici mi hanno fatto uscire contro la sua volontà prima del tempo solo perchè non c'era più liquido amniotico ed una volta era impensabile fare sopravvivere un bambino piccolo come me. Non ho mai conosciuto i baci della mamma, ma ricordo ancora le sue carezze ed il suo amore che ancora mi raggiunge malgrado siano passati 15 anni e adesso abbia altri 2 bambini. Il 10 maggio è il giorno della mia nascita...cioè della mia morte o meglio del mio viaggio verso il cielo.


Amore mio,piccolo bambino di due ore....
questa volta davvero credevo che ce l'avremmo fatta.Ti ho portato dentro di me per 25 settimane,
il sogno di avere un altro bambino mi dava una sensazione che credevo ormai dimenticata....
Ma tu,come tutti i tuoi fratelli,non avevi pazienza di aspettare di ricevere l'amore di mamma e papa'.
Ora sei li,in cielo,che giochi con i tuoi quattro fratelli,e io qui in un mare di lacrime....
Proteggi la mamma,il papa' e la tua sorellina che ti aspettava cosi' tanto....
Ti amo amore mio e mi manchi da morire....

Mamma Micol

Assaf 28/9/2010 - 28/9/2010


Dedicato alla mia piccola Bianca Maria

il mio piccolo angelo di 23 settimane si chiama Bianca Maria ed è salita in cielo in un giorno di sole, in piena estate....non riesco a trovare un senso a tutto questo dolore perchè vado avanti ma mi manca immensamente, di lei mi resta una lapide e una copertina, di lei ricordo il suo nasino e le sua manine, di lei ricordo un silenzio profondo e una serenità che, a differenza di tutto il resto, sembrava fosse addormentata su un comodo giaciglio e nessuna sofferenza era visibile sul suo volto, davvero si trattava di un angelo, un essere celeste che non potevo trattenere, qualcosa che non apparteneva a questo mondo perchè dotata di ali stupende pronta a spiccare il volo....ora ascolto la musica e penso a lei, tutti i giorni non faccio altro che pensare a lei.....credo sia stato un destino terribile ma nello stesso tempo mi dico che è un angelo del Paradiso e che starà bene lassù....
il mio piccolo angelo è volato nel cielo in una sera d'estate e fra mille dolori ho visto il suo volto ma non potevo fare nulla, nessuno poteva fare nulla per lei il suo battito non c'era più, lei era andata e nessuno poteva fare niente.....da quel giorno tutto è diverso per me,la mia vita è cambiata e capisco cosa possa significare perdere un figlio....la perdita di una parte di se stessi, la perdita di qualcosa di importante che non doveva accadere eppure è accaduto come una lancia colpisce il cuore..
Bianca anima mia mi manchi tanto e non ti dimenticherò mai..

la tua mamma Carla

Bianca Maria 27 luglio 2010


Per te figlio mio

Mi sembrava di vivere una favola, sarei diventata mamma di due gemelli. Una bellissima sensazione, ma poi... quelle parole, quelle parole così dure e fredde e quella sensazione di vuoto che tutt'ora e per sempre proverò. Tu figlio mio, tu mio piccolo Karol hai deciso di ritornare tra gli angeli, di tornare a giocare in paradiso. Non c'e' un minuto che non ti pensi sei il mio primo pensiero del mattino e l'ultimo della sera. Di te, figlio mio ci rimane solo una foto e il ricordo del tuo piccolo cuoricino che batteva. Un piccolo battito per dirci ciao mamma ciao papà. Ti ho amato dal primo momento e non sai quanto vorrei tornare indietro. Ero così sicura ero sicura che ce l'avresti fatta. Cerco di trovare delle risposte a tutto questo, ma non ci sono. C'e' chi addirittura mi dice tanto aspetti l'altro. Questa gente cosi ignorante non merita di parlare se non sa cosa si prova. Tu sei nato dall'amore puro e sincero tra me e tuo padre, ogni figlio ti dona qualcosa e per te mamma ogni figlio è un figlio speciale. Sono sicura amore di mamma che ci rincontreremo e ti riconoscerò al primo sguardo. Ti amo per sempre

Karol 23 aprile 2011

con amore mamma Letizia e papà Daniele


Il 9 giugno 2010 ho scoperto di aspettare te e tuo fratello Matteo,
2 gemelli monozigoti,il mio sogno più grande!!!

A 34 settimane tu avevi deciso di nascere, volevi vedere la luce e con un
cesareo d'urgenza vi hanno fatto nascere pesavate tu 2.255Kg e Matteo 2.205Kg,
tu stavi benissimo, almeno cosi mi dicevano tutti!!!

Il 23/03/2011 siete stati ricoverati per l' ennesima volta in obi, questa volta per gastroenterite il 25/03 vi hanno dimesso e il 26/03/2011 ti ho trovato nel tuo lettino senza respiro, senza battito, inutile l' intervento dell' ambulanza di paese, ti eri gia spento da 40 minuti senza nessun lamento, hai semplicemente deciso di non volerti svegliare più e lasciarci un vuoto immenso dentro di noi.

Ti sei spento troppo presto 3mesi e mezzo!!!
C i mancherai per tutta la vita

Arrivederci Lorenzo
11/12/10 - 26/03/11
mamma Giorgia papà Dario tua sorella Martina di 3 anni e il tuo Gemello Matteo che ora a quasi 6 mesi


Ciao, piccolo Aldo.

Sei venuto per 9 settimane e ci hai reso felici tutti, i tuoi nonni malati di tumore che vedevano una nuova speranza per vivere, tua sorella Francesca che ti nomina sempre, tua mamma e tuo papà che ti hanno voluto e ti hanno amato tantissimo. Ma il 3 giugno 2011 abbiamo scoperto che eri volato in cielo da qualche giorno e non ci è rimasto più niente di te tranne il ricordo.

Ciao, nostro piccolo Angelo. Sei vissuto nel ventre di tua madre per nove settimane ma nei nostri cuori vivrai per sempre.

Tuo papà Alessandro d’Ecclesia


Giorgia è nata il 22/04/2011 gravemente prematura 24+3 e ci ha lasciati il 23/05/2011 dopo un mese che lottava con tutte le sue forze con quel maledetto respiratore, poi un infezione da candida al sangue ce l'ha portata via per sempre.

Giorgia ci manchi tantissimo e siamo sicuri che da lassù ci guardi e ci proteggi...un giorno ci ricontreremo e potremo essere di nuovo una famiglia unita...

TI AMIAMO MAMMA E PAPA'



Monica è nata il 18/12/1993, una bella e sana bambina di ben tre chili e sette! La gravidanza è stata parecchio difficoltosa, ma si sa, per un figlio si fa questo e altro, con tutto l'amore e con gioia. Avevo la fortuna di poterla allattare, ne avevo tanto e bello sostanzioso a tal punto che mi sono offerta volentieri e con gioia di poter darlo anche a un piccolino con problemi allergici la cui mamma non aveva avuto la mia fortuna. Monica era sempre allegra e stava con tutti, le piaceva mentre cucinavo, che le cantassi qualche canzoncina, agitava gambe e braccia sorridendo cacciando gridolini di gioia.
Un giorno di giugno, non aveva ancora compiuto sei mesi, decidemmo di portarla dai nonni paterni, era più di venti giorni che non la vedevano, si sa, quando sono così piccoli, ogni giorno c'è un cambiamento e loro non vedevano l'ora di vederla.
Ricordo ancora che mio marito disse:" Mettile il vestitino più bello, sai quello bianco coi fiorellini"... Già, ma chi immaginava quello che sarebbe accaduto di li a poco?
Avevamo quasi superato la rotonda di Binasco quando un'auto guidata da una signora tra l'altro in cinta di otto mesi si immette senza rispettare diritto di precedenza e ci prende in pieno facendoci capottare....
Siamo stati portati in ospedale (gli occupanti dell'altra auto sono rimasti illesi), ma per la mia piccola non c'è stato più nulla da fare. Sono morta con lei quel giorno pieno di sole coi campi strapieni di papaveri che a lei piacevano così tanto. Dio mi perdoni, ma quel giorno se non fossi stata ferita, non so cosa avrei fatto a quella donna, non capivo più nulla dalla rabbia e dal dolore che avevo dentro!
Sono passati ormai 18 anni, la vita va avanti, se non perdi la fede e hai la fortuna di avere vicino un marito in gamba come il mio, riesci ad accettare e a rassegnarti, si riprende a ridere e a scherzare con gli amici, ma dentro, almeno per quanto mi riguarda, io sono morta. Figli non ne sono più venuti, ho imparato ad accettare anche quello, non ho più cantato tranne ultimamente mi capita di canticchiare una canzoncina che la faceva ridere fino a sghignazzare e sorrido pensando che lei mi possa sentire.
Di tutto questo ho una piccola consolazione: le sue cornee sono servite a dare la vista a un'altro cucciolo che aveva avuto la sfortuna di nascere cieco.

Ciao a tutti voi e un grosso abbraccio.


Un giorno, il 21 di luglio, sei arrivato nella mia vita riempendola di dolcezza ed amore… ti ho amato da subito e tu creasti in me un mondo pieno d’illusioni e colori. Hai vissuto nella mia pancia per 26 settimane (le migliori della mia vita). Magari tutto fosse stato diverso e ti avessi potuto tenere dentro di me per piú tempo… ma non è stato cosí,tutto per colpa della terribile gestosi, sei dovuto venire alla luce d’urgenza quando ancora non eri pronto, pesavi solo 530 gr. Hai conosciuto un mondo diverso dal reale , avevi la tua “isola privata”nella quale molte persone ti accudivano e proteggevano, tra di esse c’eravamo anche noi, mamma e papá, che non ti lasciammo solo nemmeno per un momento!
Hai usato tutta l’energia e la forza che avevi per riuscire ad andare avanti, per restare con noi e non lasciarci, ma hai dovuto lottare contro molte infezioni e nonostante fossi forte e coraggioso, le tue forze sono venute meno ed hai lasciato che Dio ti prendesse tra le sue braccia per tenerti accanto a Lui, affinché non dovessi piú lottare e per proteggere e stare vicino a tutte le persone che giá ti amavano, dal momento che seppero che esistevi… tutte queste persone che ti amano e che non ti dimenticheranno mai.
Il tuo nome, FLAVIO, è impresso a fuoco nel mio cuore!
Ancora mi ricordo il giorno in cui mi dissero che dovevi nascere, che non potevano piú aspettare… ho avuto paura, molta paura per te, ma nonostante tutto sono andata avanti con la speranza di poterti tenere in braccio un giorno. Ricordo ancora il giorno in cui ti vidi per la prima volta… fu una sensazione cosí forte e dolorosa vederti pieno di tubi, senza poter far niente per proteggerti da tutte le punture che ti facevano ogni giorno,eri cosí piccolo e fragile, ma allo stesso tempo pieno di vitalità…Ho vissuto tutti i giorni della tua breve vita al tuo fianco, cercando di darti forza per andare avanti, anche se in verità eri tu a darmi forza, erano i tuoi occhi meravigliosi ogni volta che mi guardavano a darmi forza!... hai raggiunto molti traguardi e fatto passi da gigante per essere una personcina cosí piccola…
Ogni giorno mi svegliavo con il desiderio di vederti, di sentire la tua piccola mano afferrare forte forte il mio dito, e non posso nasconderti che in quei momenti pensavo che saresti rimasto accanto a me per sempre, e cosí ho vissuto gli ultimi 15 giorni, con la speranza di sentire qualcosa di diverso dai dottori, qualcosa di positivo, e non sempre le stesse notizie…Ma alla fine è giunto il giorno in cui Dio ti ha preso tra le sue braccia e tu hai preso il volo verso una strada molto diversa da quella dei tuoi genitori. Ti ricorderó sempre per ció che sei stato e per tutto ció che mi hai dato… sei il mio ANGELO.
Da oggi tutti i traguardi che raggiungeró saranno per te, per avermi reso cosí felice, per essere riuscito a fare in me ció che nessuno mai era stato capace di fare! Nel breve periodo che sei stato con me mi hai reso la mamma piú felice al mondo!!! Grazie per tutto ció che sei riuscito a darmi e per tutta la forza che continui a darmi dal cielo per riuscire ad andare avanti con te accanto, mio piccolo angioletto.
Magari potessi andare indietro nel tempo per poterti vedere di nuovo, per poterti riabbracciare (per darti quell’abbraccio che non ti ho mai potuto dare)… e NON LASCIARTI ANDARE PIU’.
Il mio dolore diventa insopportabile quando mi rendo conto di ció che ho perso… il mio raggio di sole… ma so che un giorno potremo essere nuovamente assieme, come prima e potró abbracciarti, baciarti come non ne ho mai avuto la possibilitá, e potró raccontarti di tutto l’amore che provo per te.
So che non mi hai lasciato e che vivi accanto a me in ogni momento della giornata, so che non mi abbandoni mai. So che non eri per questo mondo, so che ti amo e che mi manchi, ma so anche che vivi in un mondo pieno di tranquillità, di amore e di luce… tutto ció che ho sempre desiderato per te e che in questo mondo non avresti trovato.
Posso dirti che mi sento fortunata, perché sei l’angioletto piú bello che illunima i cieli con la sua bellezza.
Il dolore per la tua perdita non riuscirà a togliermi la felicitá dell’averti avuto.
Grazie, Flavio, per aver fatto parte della mia vita ed avermi reso cosí felice. Non ti dimenticheró mai. Vivrai ogni secondo della mia vita nel mio cuore e nella mia mente.

Ti amo, ti ho amato e ti ameró per il resto dei miei giorni.
La tua mamma

FLAVIO nato 21, luglio 2011 volato in cielo 29, agosto 2011


All'amore della mia vita Riccardo

Riccardo è nato il 10/03/2011 con immensa gioia dopo un aborto, subito ero
rimasta incinta di lui che è stato da subito la gioia e la forza mia del papà e
della sorellina Chiara di 8 anni.
La gravidanza è stata travagliata ma l'ho superata con tenacia e con la voglia
che venisse al mondo e secondo il medico era un bambino sano e tutto andava per
il meglio,Riccardo è nato con cesareo alla 40+2giorni pesava 2520 e poi subito
ha perso 300gr. Era piccolino ma mi dicevano stesse bene solo che non aveva
tanta voglia di mangiare, tornati a casa dopo qualche giorno è iniziata la
nostra odissea. Riccardo ha avuto un emorragia dal cordone ombelicale da lì è
stato um mese in terapia intensiva, ha recuperato ma non capivano da dove
venissero i suoi problemi di coagulazione e al fegato. Da lì siamo passati in
altri tre ospedali e poi al Bambino Gesù di Roma al reparto di patologie
metaboliche ci hanno dato la diagnosi "Deficit del DGUOK" una rarissima
malattia metabolica genetica senza cura e senza via di scampo solo un miracolo,
poi a fine giugno siamo tornati a casa Riccardo stava un pò meglio ma sempre
sotto cure alimentato col sondino gastrico "messo da me" prelievi periodici
ecc, prima del ferragosto un brusco peggioramento di nuovo in ospedale torture
trasfusioni prelievi punture ecc. ecc. ma lui non rispondeva più alle terapie.
Messi di fronte alla dura realtà e sotto loro consiglio lo abbiamo portato a
casa e dopo otto giorni di sofferenze fino al suo ultimo respiro Riccardo si è
spento fra le mie braccia, non scorderò mai quel momento è sempre davanti ai
miei occhi, abbiamo fatto tutto il possibile ma nient'altro si poteva fare.
Adesso ho tanta rabbia e dolore dentro di me perchè penso e ripenso e mi chiedo
perchè una creatura così indifesa "il mio bambino" ha dovuto passare tutti
questi martirii. Sono domande che mi faccio in continuazione, so che lui ha
smesso di soffrire e adesso è beato fra gli angeli del Signore questo mi
consola ma, la sua mancanza mi distrugge io e mio marito abbiamo vissuto 5 mesi
e 20 giorni con lui ininterrottamente 24 ore su 24. Io lo amo con tutto il cuore
penso a lui in ogni attimo ho le sue foto dappertutto guardo i suoi video vado
ogni santa mattina al cimitero, e dormo con la sua canottierina della sua
ultima volta ancora sporca perchè sento il suo profumo.Questo dolore mi
distrugge ma io ho anche una bambina di 8 anni, lei ha sofferto pure tanto e
vado avanti e faccio tutto per lei e cerco di mostrargli il mio dolore il meno
possibile perchè lei ha diritto ad una vita serena e felice, per me ormai è
finita sò che vivrò con questa croce al cuore. Ho voluto darvi la mia
testimonianza per qualcuno che come me vive lo stesso dolore e, per il mio
Riccardo che sempre ho bisogno di ricordare.

Ti amo angelo mio.


Signore il 18 Maggio 2011 dopo 23 settimane in cui ho amato alla follia la creatura che mi avevi concesso, la mia Sara è venuta l da te con la sua dolcezza, il suo grandissimo cuore indiviso. Mi manca da morire e manca anche al suo papà. Mi piace pensare che ora ce l'hai Tu in affidamento temporaneo e che un giorno potrò stringerla a me, me la consegnerai e finalmente potrò baciarla dalla testa ai piedi come avrei voluto e vorrei fare.

In ricordo della piccola Sara
da Maria e Francesco


Mi chiamo Maria e ho 28 anni, dopo aver avuto dentro di me per circa sette mesi il mio piccolo amore il 5 dicembre 2011 è nato Pasquale di 1 chilo 240 grammi e con grande dolore è salito in cielo il 12 dicembre 2011. Io e il suo papà lo ricordiamo ogni momento, è sempre nel nostro cuore e ci manca tantissimo anche se è stato con noi per poco pochissimo tempo. E' un dolore bruttissimo che non passerà mai. Gli vogliamo un mondo di bene e sarà accanto a noi il nostro piccolo angelo nel nostro cammino.


Gabriele e Giacomo

Il 15 marzo del 1993 il test di gravidanza mi diceva che sarei diventata mamma, il giorno dopo andai subito dalla mia ginecologa è confermò lo stato di gravidanza e che ero alla settima settimana, non occorre dirvi la gioia immensa, camminavo come se volassi, poi cominciai a fare gli esami ed il mio tritest fu altissimo 1/7 decisero di farmi l'amniocentesi, anche se pensavano che il mio cucciolo non avrebbe mai visto la luce...........ma io e lui eravamo forti e non volevamo credere a questo, arrivò l'esito dell'amniocentesi cariotipo maschile normale....i fuochi d'artificio quel giorno facemmo io e suo padre, e il suo nome fu Gabriele.........ma la la notte del 7 luglio Gabriele mi svegliò da tanto che si agitava poi ad un tratto non sentii più nulla e la paura mi paralizzò, arrivammo in ospedale ma Gabriele era già morto ed io con lui, la mattina cominciano ad indurre il parto ma non volevo staccarmi da lui, ed i medici non sapevano più cosa iniettarmi, poi un medico che non avevo mai visto, mi disse lascialo andare lui è con Dio, Alle ore 05.30 della mattina del 14 di luglio sentii il corpo senza vita del mio amore lasciarmi...........
Il giorno dopo mi venne la montata lattea ed in quel momento mi sono sentita una mamma senza braccia.............
I medici mi dissero è meglio che ci riprova subito, e così il 24 settembre del 1993 ero di nuovo incinta, con mille paure, ma anche Giacomo mi ha lasciata il 4 marzo ed io a quel punto volevo solo morire, non c'era più nulla per me, nessuna emozione, solo apatia.........
Poi nel 1994 la malattia di mio padre e la sua morte nel 1997, poi è stato il momento di mia madre che mi ha lasciato nella totale disperazione il 15 giugno del 2000.......
Tutti i miei grandi affetti mi avevano lasciato, ed a quel punto decisi di riprovare contro il parere di tutti, il 27 agosto del 2001 rimasi incinta, non ho fatto nessun controllo solo la morfologica che diceva che era una bambina, Vittoria è nata il 28 marzo 2002 alla 34 settimana tra mille paura...
Credetemi io sono rinata quando ho sentito Vittoria piangere........
Anche se la gioia per Vittoria è grande, quando mi addormento la sera l'ultimo pensiero ed il primo appena sveglia è per Gabriele e Giacomo.
Vi abbraccio tutti con immenso affetto....
Mamma di Gabriele, Giacomo e Vittoria...


Mio piccolo angelo riposa nel cielo e amami da lassù perché ne ho bisogno.


Andava tutto bene diceva il mio ginecologo ‘la sera del 27 settembre 2012 sono andata in ospedale per un controllo avevo mal di reni è la sensazione che un cagnolino mozzicasse il mio utero ,la gin. di turno mi visita è fa l’eco ,tutto ok non ha nulla stia serena mi dice. poi il pomeriggio seguente una fitta nella pancia lo stimolo di andare in bagno è all’improvviso mia piccola SERENA ti sentivo uscire . La corsa in ospedale con papà ma nulla da fare il sacco era già in vagina ,ti ho partorito nella camera della sala consulenza ,il tuo cuoricino batteva ma i medici non hanno potuto fare nulla per salvarti mio dolce ANGIOLETTO. Ti ho portato in grembo x 18 settimane e 3 giorni è non ti dimenticherò mai piccola,eri così piccola ma tutta formata ,i tuoi occhietti, il tuo nasino,le tue piccolissime orecchie è le tue labbra sorridenti ,mi basta chiudere gli occhi x rivederti è mi dai la forza di andare avanti di non arrendermi .

AMORE MIO NON TI DIMENTICHERO’ MAI ,la tua mamma ti vorrà sempre bene .


A te Lucas che eri troppo piccolo ancora... sei volato in cielo e ora stai insieme alla tua mamma... proteggi le persone che ti hanno voluto bene e anche la piccola Angela che è appena nata...

Ci manchi tanto...

AMARTI E' STATO FACILE

DIMENTICARTI IMPOSSIBILE



Un dolore sempre vivo, nonostante gli anni trascorsi...

Anna Maria n. m. 5-11-1997
Ilaria n. 5-11-1997 m. 8-11-1997

Mamma Adriana


Dolcissimo amore mio mi manchi da morire non ho saputo proteggerti in questa vita e piango ogni giorno per non averti tenuto neanche per un secondo tra le mie braccia... guardo tuo fratello e tua sorella e t'immagino dentro un loro sguardo dietro un loro sorriso.

Ti amo angelo mio mi manchi ormai da 4 anni

Ciao dolcissimo amore mio dal 19/03/2009 sei un magnifico angelo sei stato con me per 18 settimane. Mi manchi da morire sogno il momento che potrò abbracciarti e tenersi stretto a me per sempre come in questa vita non ho potuto fare. Ti amo Dennis invece di proteggerti io sei tu a vegliare su di noi da lassù, mi manchi terribilmente.


...il mio cuore è uno soltanto ... ma diviso a metà tra cielo e terra ...
in ricordo di Elia , un fiorellino nei prati verdi del paradiso , arrivato lassu' il 17 luglio 2010 dopo 18 settimane sulla terra...
e ancora piu piccolo di lui ...un fiorellino appena sbocciato ,volato via il 4 marzo 2011 ...

la mamma vi porterà persempre con lei ...


Giovanni

Ciao mio angelo, lo so che stai bene, tu sei sempre venuto a trovarmi nella notte e sempre mi stai accanto, ti sento…, nella 40° settimana sei volato, nel silenzio e io ho accettato la tua perdita nel silenzio… sempre…parlavo poco… quasi niente era tutto nella mia mente e nel mio cuore, quando avevo paura di non perdere Arianna tu sei venuto nel sogno e mi avevi assicurato che andrà tutto bene e di non sentirmi in colpa perche tu sei contento e felice se io sono felice, mi sono sentita meglio ed è andato tutto bene, stavo per perdere anche lei ma tu sei stato li,sentivo tutti angeli intorno a me… Stai vicino a me, Arianna e tuo papà… ti amiamo tanto.


RICORDATI di me quando volerai nel vento...
RICORDATI di me quando la tua luce brillerà tra le stelle...
RICORDATI che quaggiù ci sono io, la tua mamma che tanto ti ama e di te mai si dimentica...
RICORDATI di venirmi incontro quando quaggiù sarà scaduto il mio tempo.....
RICORDATI appena mi vedrai ,di stringermi forte forte nel tuo abbraccio che tanto mi manca.... E poi.... IO e TE per sempre e non lasciarci mai !!!!

(2/01/2013 & 22/08/2013..i miei 2 angioletti) Natasha


Voglio scrivere queste poche righe per ricordare la mia piccola dolce Camillina che per poche settimane, nella primavera del 1994 è sta nostra figlia.

Veramente non so se fosse una femmina , è rimasta con me solo poche settimane,8, ma noi le volevamo già tanto bene e pensando a una femmina la chiamavamo così. Che emozioni, che sogni , che dolcezza. Era il nostro primo bambino ed eravamo felicissimi. Poi quel giorno tremendo, le piccole perdite di sangue, l’ingenua speranza che non fosse grave e invece quelle parole tremende: il bambino è morto. E sullo schermo il tuo corpicino senza vita, 12 millimetri perduti, non scorderò mai le tue braccine, i tuoi piedini. Il medico dolcissimo mi abbraccia, cerca di confortarmi ma intorno a me il vuoto.Mi propose di andare subito in ospedale ma io ti volevo tenere ancora un po’ con me . Tornammo a casa e fu la parte dolente del dirlo al tuo babbo e ai tuoi nonni. E il giorno dopo sei uscita da me . Mi dissero che probabilmente era già diversi giorni che te ne eri andata in cielo . Silenziosamente, dolcemente ci avevi lasciato, senza disturbare. Quella notte piangendo ho chiesto al cielo “il mio bambino, perché il mio bambino?). mi ha risposto il silenzio. Mi piace credere che tu sia tornata da noi, alla tua mamma, attraverso tua sorella Silvia.Qualcosa non andava e tu semplicemente eri tornata in cielo per poi tornare aggiustata”.

E anche ora che tua sorella ha 18 anni e tuo fratello Marco 8 ogni tanto penso a te, a quel fagottino microscopico che eri tu .Spero che tu abbia sentito tutto il mio amore, il nostro amore. Sarai sempre nel mio cuore, nei miei pensieri, un angolino speciale per la mia Camillina. E anche ora che il dolore è andato via resta tutto l’amore e un pizzico di rimpianto.


A Flo e Fede

Era un'estate calda e io aspettavo con ansia la nascita delle mie bambine...una gravidanza difficile portata avanti con tanta difficoltà...una sera però il mio sogno si è infranto nn sono riuscita a tenerle con me, sono venute al mondo troppo presto ed erano troppo piccole per poter sopravvivere... La pikkola FLORIANA nn ha nemmeno pianto, la seconda.... la pikkola FEDERICA è stata con noi solo il tempo di un battito d'ali, solo il tempo della speranza che con tanta difficoltà avrebbe potuto vivere...ma lei dopo una settimana è volata in cielo per raggiungere la sorellina. Pikkole mie sono passati 19 anni ma voi siete e sarete sempre nel mio cuore e nel rikordo di Francesco e Flavia i vostri fratelli. Vi amo....mamma



Ciao piccola Sveva sei stata una bimba meravigliosa, non dimenticherò mai il tuo viso da angelo.
Ti amo, nata il 20 luglio 2013


Volevo dedicare questo pensiero a mio figlio Riccardo un bimbo bellissimo e meraviglioso nato a 26+1 settimane il 16 gennaio 2014 alle ore 9:33 che ha combattuto per cinque giorni contro la morte avvenuta il 22gennaio 2014

Hai lasciato nel cuoricino di mamma e papà un vuoto incolmabile, ci hai insegnato in soli cinque giorni cosa sia la vita e quali sono i suoi valori più intensi forgeremo le nostre anima affinché quello che hai lasciato riecheggi nella nostra storia ti amiamo tanto e con immenso amore ci stringiamo intorno a tutti i genitori e i bimbi che passano il nostro stesso dolore, sei stato e sei per noi il nostro piccolo grande uomo e mai niente e nessuno potrà colmare la tua assenza. Ci manchi tantissimo e con lo stesso entusiasmo che abbiamo avuto quando sapevamo della tua esistenza vivremo nel tuo ricordo.

Per te Riccardino mio

Un bacino da mamma Alessandra e papà Maurizio


"Non ti chiediamo perchè ce l'hai tolto, ma ti ringraziamo per tutto il tempo che ce l'hai donato" Sant'agostino

Il nostro bimbo,Andrea,è nato alla 25° settimana,al Belcolle di Vt, ringrazio tutto lo staff per l'umanita' dei 3gg. trascorsi immobile nel letto a sperare di recuperare piu' tempo possibile. Ma cosi' non e' stato. Ho dato alla luce il nostro bimbo, sperando di dargli la vita. Ha pianto subito, apgar 9. Una settimana di vita stazionaria, tutto quello che doveva fare nella mia pancia lo stava facendo li' nell incubatrice. Il 9° giorno causa sospetta NEC e' stato trasferito al Bambin Gesu' per un intervento... purtroppo il nostro bimbo si e' trasformato in un angelo.

Da tante storie che leggo credo che stiano tutti giocando insieme.
Abbraccio tutte le famiglie che hanno avuto questo atroce dolore.

Anna Maria e Alessandro

Ciao scricciolo



Un bacio alla mia piccola celeste zamboni

nata e morta il 1° marzo 2014 a brescia

mamma e papà ti ricordano ogni giorno amore


Io e il tuo papà ti volevamo tanto bene
pensavo che certe cose toccassero gli altri

ancora dopo 3 anni non ci credo
andare avanti è impossibile
perchè a noi???


Ciao mio piccolo angelo sono esattamente 29 ore che nn sento più muoverti dentro di me...

Purtroppo non abbiamo avuto l'opportunità di fare la nostra vita insieme e non ho potuto sentire il tuo odore
ma sei e sarai sempre parte del mio cuore e dove andrai non sarai solo ci sono tutti i tuoi bisnonni e uno zio
e un giorno arriverò io e lì ci abbracceremo e saremo per sempre uniti ti amo mio piccolo cuore...

17/05/2014 ore 02.00


Carlo 37 settimane 08/06/2004

Non passa giorno in cui, guardando il cielo, non pensiamo a te.

Sei la nostra stella. Per sempre, mamma e papà.


...non passa giorno,non passa ora senza che tu sia nei nostri pensieri...

Il tempo rafforza l'amore. Mi manchi,ci manchi... Martina amore mio tieni per mano i tuoi piccoli fratellini che sono li con te... di loro che la mamma li ama e li pensa sempre. Martina angelo bello proteggi la tua sorellina Alessia... falle sentire che sei accanto a lei e che non sarà mai sola.

Ti Amiamo e questo sara' per Sempre.

Mamma Alessia Papà

01-08-14